Robert Kirkman: "Avengers: Infinity War non è un film!"

Robert Kirkman, creatore di The Walking Dead, ha amato Avengers: Infinity War e ne ha commentato la struttura anche grazie.. alla nipote di 9 anni!

NOTIZIA di 30/09/2018

Robert Kirkman ha le idee chiare sull'ultimo Avengers: Infinity War, il fatto di non perdere alcun istante per entrare nell'azione è il centro del commento particolare del creatore di The Walking Dead.

Una foto di Robert Kirkman
Una foto di Robert Kirkman

Durante il podcast di Kevin Smith e Scott Mosier, Robert Kirkman ha detto la sua personale opinione sulla struttura di Avengers: Infinity War, l'ultimo epico capitolo Marvel, tanto da definirlo un non-film:

"Amo il fatto che Infinity War non sia neanche un film vero e proprio! Hanno messo di fila una serie di eventi importanti per il pubblico perché già conosce i personaggi. Va dal punto A, al B, al C, al D, non c'è una struttura a tre atti, è come se tu pagassi l'esperienza cinematografica più che altro. Non c'è una spiegazione, non c'è un punto della situazione. Ti siedi ed è come se ti dicessero 'Ve lo siete meritato, siamo al 21esimo film e ora andiamo a tutta!' e tu pensi 'Oh mio Dio sì, è fantastico!'".

Dopo Infinity War i fan del Marvel Cinematic Universe stanno attendendo con ansia qualsiasi notizia riguardante il destino dei loro eroi preferiti, visto che la furia devastante di Thanos ha distrutto una buona metà dell'universo che conosciamo, supereroi compresi. Robert Kirkman può essere annoverato tra gli appassionati del MCU, ma con l'ultimo capitolo non è stato un vero e proprio colpo di fulmine:

"Alla fine del film ho incrociato le braccia e ho pensato 'Ah certo, Black Panther è morto. Mi state prendendo in giro? Davvero? State producendo un secondo film su Spider-Man e dovrei essere sconvolto da Tom Holland che muore in quel modo molto strappalacrime? Quando finisce il film penso fan**lo! Non ci credo, torneranno tutti nel prossimo film, è come se avessi già letto un eventuale fumetto, so che sono spariti tutti ma torneranno. Non ci posso credere che sia finito così."

Avengers: Infinity War, una foto del film
Avengers: Infinity War, una foto del film

Ma alla seconda visione tutto è cambiato:

"Vedo ogni film Marvel due o tre volte perché ho del tempo libero e mia figlia non è venuta con me la prima volta, quindi siamo andati insieme e lei di 9 anni si è seduta accanto a me. Quando gli eroi iniziano a sparire mi volto e lei non sta piangendo, ma sembra che stia per farlo. La sua bocca è contrita, i suoi occhi spalancati. Ha le sue piccole mani sul cuore e guarda lo schermo prendendo grandi respiri. L'emozione che ho visto in lei... quasi scoppio a piangere. E ho pensato 'Oh mio Dio, questo è quasi una scena da film'. Vedere quanto è rimasta colpita mi ha fatto pensare di smetterla di essere così cinico. Lascia che la gente si goda le cose, e penso che sia una cosa che tutti i fan dei fumetti dovrebbero capire. Smettetela di sentirvi più intelligenti degli altri, smettetela di essere cattivi con le persone, calmatevi, è bello godersi un momento ogni tanto."