Quantum of Solace: tutti gli infortuni di Daniel Craig

Sul set di Quantum of Solace, Daniel Craig ha subito una lunghissima serie di infortuni che l'hanno costretto a sottoporsi a molte operazioni chirurgiche.

NOTIZIA di 09/06/2020

Daniel Craig ha subito una lunga serie di infortuni durante la realizzazione di Quantum of Solace, alcuni dei quali l'hanno portato a dover essere sottoposto ad un intervento di chirurgia plastica. Tra gli infortuni più gravi compaiono: una ferita al viso, chiusa con quattro punti di sutura, e una alla spalla, per cui è stato necessario l'inserimento di sei viti chirurgiche durante un'operazione.

L'attore britannico ha dovuto portare un tutore per la sua spalla destra per più di due mesi ed ha inoltre subito una brutta ferita alla mano sinistra, tagliandosi di netto la punta di una falange. Intervistato da Graham Norton Craig ha anche menzionato due operazioni ad entrambi i ginocchi, un pollice dolorante e un'operazione di chirurgia plastica svolta al fine di eliminare la cicatrice facciale dovuta al primo incidente.

"Gli infortuni sono all'ordine del giorno perché mi piace molto tentare di portare a termine ogni scena da solo senza ricorrere all controfigure anche se, nelle scene veramente importanti, purtroppo, non sono quasi mai io quello sullo schermo" Ha dichiarato Craig in un'intervista.

Quantum of Solace è un film dl 2008 diretto da Marc Forster, ventiduesimo capitolo della serie di James Bond. La pellicola, sequel del film Casino Royale, è interpretata da Daniel Craig, che per la seconda volta riprende il ruolo dell'agente segreto inglese 007. Il titolo del film è preso in prestito da un'opera dello scrittore inglese Ian Fleming, nonostante non ci siano parallelismi tra il film ed il libro.