Non mentire: stasera su Canale5 la seconda puntata

Non mentire, la miniserie con Alessandro Preziosi e Greta Scarano, torna stasera alle 21:20 su Canale 5 con la seconda puntata.

NOTIZIA di 24/02/2019
Non Mentire 2
Non Mentire: Alessandro Preziosi e Greta Scarano in un'immagine promozionale

Non mentire, la miniserie con Alessandro Preziosi e Greta Scarano, torna stasera su Canale5 alle 21:20 con la seconda puntata. Dopo l'esordio scoppiettante della scorsa settimana, seguito da oltre 3 milioni di spettatori, c'è grande attesa per l'evolversi della storia tra l'affascinante Andrea e la problematica Laura.

La trama della seconda puntata ci introduce direttamente nell'indagine che i poliziotti Roberto e Vanessa stanno conducendo su Andrea Molinari (Alessandro Preziosi), dopo la denuncia di Laura (Greta Scarano). A scagionare il chirurgo non c'è solo la testimonianza di Donato ma anche la sostanziale assenza di prove schiaccianti. Prosciolto da ogni accusa e alquanto sollevato, Andrea decide di parlare con il figlio Luca di quanto è realmente successo quella sera con la sua insegnante. Si accorge, però, che, nonostante l'innocenza, la sua reputazione è ormai definitivamente compromessa: nessuno guarderà più a lui come a una persona buona e rispettabile. Andrea capisce che deve fare qualcosa e in fretta per salvare in suo buon nome e la stima del figlio.

Non Mentire 4
Non Mentire: Alessandro Preziosi durante una scena della fiction di Canale 5

Nel corso della seconda puntata, dunque, assisteremo a una scena di cui si è abbondantemente parlato durante questa settimana, quella del confronto tra Andrea Molinari e il figlio Luca. Ai microfoni di Di più TV, Alessandro Preziosi, l'interprete del bel chirurgo, ha dichiarato di aver pianto davvero sul set: "Girare questa storia è stato davvero appassionante, soprattutto una scena: quella in cui Luca ha appena scoperto che sono stato denunciato per violenza carnale e io devo convincerlo della mia innocenza. Sarà il fatto che Riccardo ha quasi 20 anni, pressapoco l'età del mio figlio più grande...".