Night Stalker: lo sceneggiatore Ed Solomon fu sospettato di essere il serial killer

Tra i principali sospettati degli omicidi del serial killer noto come Night Stalker, ci fu anche Ed Solomon, lo sceneggiatore di Now You See Me e Charlie's Angels: lo ha raccontato l'interessato su Twitter.

NOTIZIA di 23/01/2021
Night Stalker Caccia Serial Killer 06
Night Stalker: caccia a un serial killer - un'immagine tratta dalla serie Netflix

Ed Solomon, celebre sceneggiatore hollywoodiano, fu sospettato di essere il serial killer noto come Night Stalker, su cui è stata realizzata una recente miniserie di Netflix. Solomon ha raccontato su Twitter che la polizia di Los Angeles venne da lui nel cuore della notte, anche se in realtà la cosa durò appena cinque minuti perché strada facendo le forze dell'ordine avevano ricevuto la notizia che molto probabilmente il colpevole era un altro.

Stando allo sceneggiatore di Now You See Me, ciò fu dovuto a un errore burocratico: il vero killer, Richard Ramirez, aveva rubato un'automobile che ufficialmente era ancora intestata a Solomon, poiché il nuovo proprietario non aveva compilato tutte le scartoffie al momento del furto. Egli ha anche svelato che il suo indirizzo era già noto alla polizia perché i suoi coinquilini di allora erano stati arrestati per possesso di marijuana in seguito alla denuncia di un vicino che aveva visto le piante di cannabis dalla finestra (Solomon ne uscì indenne perché al momento dell'arresto non era in casa).

Night Stalker: caccia a un serial killer: il documentario Netflix sull'omicida che terrorizzò la California

Tommy Lee Jones e Will Smith in un'immagine promozionale del film Men in Black
Tommy Lee Jones e Will Smith in un'immagine promozionale del film Men in Black

Ed Solomon ha firmato i copioni di vari film di successo, tra cui Bill & Ted's Excellent Adventure (e i suoi due seguiti), Charlie's Angels, Now You See Me - I maghi del crimine e, non accreditato, X-Men.

Inoltre Solomon è molto attivo su Twitter, dove parla periodicamente di quello che lui stesso considera il più grande film di fantascienza di sempre: il rapporto della Sony sui guadagni di Men in Black. Solomon ha infatti scritto la sceneggiatura del primo capitolo del franchise, e in quanto autore ha diritto a una percentuale dei guadagni. Ebbene, dal 1997 i rapporti ufficiali della Sony che lui riceve sostengono che il lungometraggio non sia ancora rientrato nelle spese, pur avendo incassato abbastanza da giustificare due sequel, uno spin-off e una serie animata. "Si vede che continuano a farli in nome dell'arte", ha più volte twittato con ironia Solomon.