Melissa Gilbert accusa Oliver Stone di molestie "È stato umiliante e orrido"

il regista avrebbe scritto una scena "speciale" per lei nel corso del provino per The Doors.

Una foto di Melissa Gilbert

Nel corso di un'intervista nello show radiofonico di Andy Cohen Radio Andy, l'attrice Melissa Gilbert ha accusato Oliver Stone di molestie sessuali. Il fatto si sarebbe verificato nel corso di un provino per The Doors.

In un primo momento la Gilbert ha raccontato la sua storia senza fare nomi spiegando che le molestie sono arrivate dopo che aveva messo in imbarazzo il regista in pubblico ed è corsa via dalla stanza in lacrime.

"Sono seduta qui e ti sto raccontando questa storia, ma ho paura di dire il suo nome perché sono preoccupata per le ripercussioni" ha detto l'attrice, per poi esclamare "Oh al diavolo! Era Oliver Stone, e il film era The Doors."

Melissa Gilbert ha detto di aver sostenuto l'audizione per il ruolo andato poi a Meg Ryan. Stone le aveva chiesto di leggere una scena che aveva scritto apposta per lei. Nella scena lei era a quattro zampe e doveva esclamare "Prendimi, baby." Quando Oliver Stone le ha chiesto di recitare la scena, lei si è rifiutata e ha lasciato il provino in lacrime.

"Non ne ho mai parlato, e la ragione di tutto questo è che ho detto qualcosa che lo ha messo in imbarazzo pubblicamente. Aveva scritto questa scena speciale che voleva io ripetessi durante l'audizione, è stato umiliante e orrido".

Quella di Melissa Gilbert non è la prima accusa contro Oliver Stone. L'ex modella di Playboy Carrie Stevens ha dichiarato di essere stata palpata dal regista durante un party. Stone non ha ancora commentato le accuse.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Melissa Gilbert accusa Oliver Stone di molestie...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Armie Hammer sulle accuse di molestie: "Nate Parker e Casey Affleck sono stati giudicati in modo diverso"
Oliver Stone: dalla faida con Dino De Laurentiis al documentario su Putin