Lo Squalo: lo sceneggiatore spiega chi è il vero cattivo del film

Chi è il vero cattivo ne Lo Squalo, l'animale o il sindaco? A fare chiarezza è Carl Gottlieb, lo sceneggiatore del film del 1975 diretto da Steven Spielberg.

NOTIZIA di PATRIZIA MONACO 16/09/2020

Lo Squalo di Steven Spielberg continua a far parlare di sé e lo sceneggiatore Carl Gottlieb ha spiegato perché, secondo lui, il sindaco Larry Vaughn non rappresenta il vero cattivo del film del 1975. E Gottlieb sembra propendere per l'animale, ma leggiamo le sue motivazioni.

Roy Scheider in una scena de Lo Squalo
Roy Scheider in una scena de Lo Squalo

A 45 anni di distanza dalla sua uscita nelle sale, Lo squalo resta ancora uno dei film più amati di Steven Spielberg e del cinema in generale. Difficilmente, infatti, nei decenni a seguire un altro film incentrato sul predatore acquatico ha saputo conquistare il grande pubblico ed il box office. Ecco perché, quasi mezzo secolo più tardi, si continua a discutere su determinati aspetti del film e ci si chiede ancora chi sarebbe più giusto identificare come il reale cattivo dell'opera, se lo squalo o il sindaco di Amity.

Ovviamente, l'istinto e l'evidenza dei fatti narrati porterebbe chiunque a rispondere citando l'animale che presta il titolo al film ma, razionalmente parlando, c'è ancora una corrente di pensiero che considera il sindaco il principale responsabile delle morti sulla spiaggia statunitense. La sua negligenza, il sottovalutare il pericolo rappresentato dallo squalo e quindi la scelta di lasciare aperte le spiagge, ha fatto sì che aumentasse il numero delle vittime. Per cui, il sindaco Larry Vaughn è il vero cattivo de Lo Squalo oppure no? A rispondere a questa domanda è lo sceneggiatore del film, Carl Gottlieb.

Lo Squalo: 15 cose che (forse) non sapete sul film!

Come riportato da CinemaBlend, Gottlieb ha dichiarato: "Bene, sembra chiaro che lo squalo sia il cattivo principale poiché è quello che effettivamente morde e uccide le persone, ma il sindaco è allo stesso modo un cattivo che contribuisce a tutto ciò perché con la sua incapacità di agire e la sua negazione del pericolo, mette più persone in pericolo e, di conseguenza, più persone vengono uccise. Poi però si rende conto del suo errore, quindi è in parte redento e possiamo provare un po' di simpatia per lui perché abbiamo di fronte un uomo che è stato eletto per garantire il bene per il maggior numero di persone, i cittadini di Amity, e sta cercando di adempiere a quel mandato di fronte a questo clamore violento e imprevedibile. Quindi tendi ad empatizzare con lui".

Agli occhi di Gottlieb, dunque, il fatto che il sindaco Larry Vaughn non abbia contribuito a migliorare la situazione con lo squalo, non è sufficiente per qualificarlo come il cattivo principale del film. Ricordiamo che Gottlieb è intervenuto sulla sceneggiatura de Lo Squalo durante le riprese del film, dopo che ha ereditato il lavoro firmato da Peter Benchley, autore del romanzo sul quale si basa l'opera di Steven Spielberg.