L'amore infedele - Unfaithful: il finale alternativo (VIDEO)

Adrian Lyne, il regista de L'amore infedele - Unfaithful, girò ben cinque finali alternativi prima delle fine delle riprese della pellicola.

NOTIZIA di 11/04/2021

Nella sezione extras del DVD di L'amore infedele - Unfaithful sono presenti moltissime scene che sono state eliminate dalle versione finale della pellicola, tra queste compare anche un video di un finale alternativo in cui è presene un dialogo diverso dopo la scena in cui i protagonisti si baciano all'interno dell'auto.

Edward quindi, dopo aver baciato Connie, esce dall'auto al fine di entrare nella stazione di polizia. La Fox e i produttori, inizialmente, credevano che questo finale fosse più hollywoodiano e di conseguenza migliore, ma Adrian Lyne, il regista, e il cast insistettero per utilizzare il finale presente nella versione della pellicola che è stata proiettata nelle sale cinematografiche di tutto il mondo.

Lyne girò ben cinque finali diversi dopo l'esperienza negativa che aveva avuto con Attrazione fatale, il cui finale iniziale fu rifiutato dal pubblico di prova. Secondo Lyne ci fu qualche discussione con i funzionari della 20th Century Fox, che volevano "rendere il matrimonio grigio e il sesso cattivo."

"Ho combattuto contro questo. Ho cercato di esplorare il senso di colpa, la gelosia questo è ciò che mi interessa." Ha spiegato il regista. Lo studio non gradì il finale enigmatico del film che, anche secondo i produttori, non riusciva a punire i crimini commessi dai personaggi e impose una battuta finale 'hollywoodiana' particolarmente stridente che fece arrabbiare Gere.

In seguito alle reazioni negative del pubblico di prova i produttori decisero di ripristinare il finale originale poche settimane prima che il film uscisse nelle sale. Lyne quindi chiese a Gere e Lane di tornare a Los Angeles per le riprese del finale. Lyne affermò che il nuovo finale "sarebbe stato più interessante e avrebbe provocato più discussioni", dicendo che intenzionalmente "voleva fare un finale più ambiguo, che tratta il pubblico in modo molto più intelligente."