La teoria del tutto: la storia vera che ha ispirato il film

La teoria del tutto, un film del 2014 diretto da James Marsh, è l'adattamento cinematografico della biografia di Stephen Hawking, intitolata Verso l'infinito.

NOTIZIA di 26/09/2021

La teoria del tutto, una pellicola del 2014 diretta da James Marsh, è basata sulla storia vera di Stephen Hawking, celebre fisico, astrofisico e cosmologo britannico; Il film è l'adattamento cinematografico della biografia intitolata Verso l'infinito (Travelling to Infinity: My Life With Stephen), scritta da Jane Wilde Hawking, ex-moglie di Hawking.

La Teoria del Tutto: Eddie Redmayne nei panni di Stephen Hawking in una scena del film
La Teoria del Tutto: Eddie Redmayne nei panni di Stephen Hawking in una scena del film

Stephen Hawking, nato l'8 gennaio del 1942, manifestò fin da subito un grande amore ed interesse per la matematica e, in età adolescenziale, ebbe la possibilità di studiare all'università di Oxford; questo gli permise di formulare teorie rivoluzionarie, riguardanti molti campi, tra cui quello della fisica e della matematica.

All'età di 13 anni, Stephen fu colpito da diverse febbri ghiandolari che gli causarono una serie di problemi della crescita. Hawking finì gli studi presso l'università di Oxford conseguendo il massimo di voti e questo fu essenziale in seguito, quando decise di iscriversi all'università di Cambridge per studiare cosmologia. I risultati ottenuti furono brillanti a tal punto che riuscì a passare tutti gli esami a pieni voti e, successivamente, conseguì il dottorato in fisica teorica e in matematica applicata.

La Teoria del Tutto: James Marsh con Eddie Redmayne e Harry Lloyd sul set
La Teoria del Tutto: James Marsh con Eddie Redmayne e Harry Lloyd sul set

Nel corso della sua carriera Hawking si occupò di numerosi studi, il più noto dei quali è indubbiamente quello sui buchi neri. Il fisico, d'altro canto, trattò anche temi legati all'origine dell'universo (Big Bang), alla cosmologia e alle singolarità gravitazionali nello spazio-tempo.

A segnare la sua vita furono le numerose patologie che lo colpirono nel corso degli anni: nel 1963 gli venne diagnosticata una malattia degenerativa ai motoneuroni, che colpisce gli arti, impedendone la mobilità. Durante i primi stadi iniziò a camminare col bastone e, con l'aggravarsi delle sue condizioni, fu costretto a spostarsi attraverso una sedia a rotelle.

La Teoria del Tutto: Eddie Redmayne in una scena nel ruolo di Stephen Hawking
La Teoria del Tutto: Eddie Redmayne in una scena nel ruolo di Stephen Hawking

I suoi problemi di salute aumentarono progressivamente con il passare degli anni fino a causare una paralisi alla mani che gli impedì di scrivere; per questo motivo, nel 2011, gli fu impiantato un software che gli permetteva di riprodurre in suoni i suoi movimenti della sua bocca.

Hawking aveva tre figli, nati dal suo amore con la Wilde: la donna che aveva conosciuto prima della diagnosi del 1963 e che aveva successivamente sposato nel 1965. A dare l'annuncio della sua morte, avvenuta il 14 marzo del 2018, sono stati proprio i figli che hanno deciso di non rivelare la causa di morte del padre, rendendo però pubblico il luogo della morte: la sua casa a Cambridge.

La Teoria del Tutto: Eddie Redmayne nei panni di Stephen Hawking in una scena del film
La Teoria del Tutto: Eddie Redmayne nei panni di Stephen Hawking in una scena del film

Eddie Redmayne, a proposito del suo incontro con Hawking verificatosi pochi mesi prima dell'inizio delle riprese de La Teoria del Tutto, dichiarò: "Anche adesso, che è totalmente incapace di muoversi, è possibile vedere una tale effervescenza di sentimenti nei suoi occhi".