JFK - Un caso ancora aperto: il film anticipò la divulgazione di documenti segreti sull'assassinio

JFK - Un caso ancora aperto venne mostrato al Congresso e anticipò la divulgazione di documenti segreti sull'assassinio, inizialmente prevista per il 2029.

NOTIZIA di 17/10/2020

Oliver Stone decise di proiettare JFK - Un caso ancora aperto a tutto il Congresso a Capitol Hill nel dicembre del 1991. Questo gesto del regista americano e lo scalpore suscitato dal film condizionarono il Congresso, tant'è che nel 1992 venne vagliato l'Assassinations Disclosure Act.

JFK - Un caso ancora aperto: Gary Oldman in una scena del film
JFK - Un caso ancora aperto: Gary Oldman in una scena del film

Questa legge permise al pubblico americano di visionare documenti di cruciale importanza riguardanti l'assassinio di JFK con 25 anni di anticipo visto che in precedenza era stato deciso che l'anno ufficiale per tale divulgazione sarebbe stato il 2029.

JFK: Kevin Costner in una sequenza del film di Oliver Stone
JFK: Kevin Costner in una sequenza del film di Oliver Stone

Il Presidente George H. W. Bush firmò la legge alla fine di ottobre del 1992 e la commissione operò fino al 1998. Furono ascoltati nuovi testimoni mai presi in esame all'epoca dei fatti, inclusi molti medici che avevano esaminato il cadavere del Presidente Kennedy.

In seguito il governo degli Stati Uniti acquistò ufficialmente il filmato di Abraham Zapruder, e rese pubblici alcuni documenti, precedentemente considerati top secret, relativi all'attentato. Il 26 ottobre 2017, l'amministrazione Trump, anch'essa influenzata da JFK - un caso ancora aperto, rilasciò gran parte dei documenti noti come "JFK Files".