Facebook

Hilary Duff sul libro di Aaron Carter: "è disgustoso, un'esca per il profitto"

Hilary Duff si è pronunciata in merito all'editore del libro di Aaron Carter, senza risparmiargli tutto il suo disprezzo.

Hilary Duff sul libro di Aaron Carter: "è disgustoso, un'esca per il profitto"

In questi giorni Hilary Duff ha chiarito il suo punto di vista in merito all'editore del collega Disney ed ex fidanzato Aaron Carter (Ballast Books), definendo le sue attuali mosse "disgustose". Sembra proprio che la recente scomparsa di Carter non abbia troppo peso per il mercato, continuamente affamato di nuove storie dalla vita delle superstar.

Parlando di tutto ciò con E!News Hilary Duff non ha avuto peli sulla lingua nell'esprimere il proprio punto di vista in merito a quello che l'editore di Carter sta facendo in questi giorni: "È davvero triste che entro una settimana dalla morte di Aaron ci sia un editore che sembra spingere sconsideratamente un libro per trarre vantaggio da questa tragedia, senza prendersi il tempo appropriato per farlo, preoccupandosi magari di verificare la validità del suo lavoro", per poi continuare, "Annacquare la storia della vita di Aaron in quella che sembra essere un'esca per il profitto non verificata è disgustoso. In nessun modo perdonerei una caccia al denaro disinformata, senza cuore".

Il libro cui Hilary Duff fa riferimento è Aaron Carter: An Incomplete Story of an Incomplete Life, previsto sugli scaffali per il 15 novembre, scritto da Andy Symonds dopo aver trascorso tre anni a intervistare Aaron, morto all'età di 34 anni il 5 novembre.

Aaron Carter morto a 34 anni, il fratello Nick Carter in lacrime durante lo show dei Backstreet Boys

Un primo piano di Hilary Duff nell'episodio Thrilled to Death della quarta stagione di Ghost Whisperer
Un primo piano di Hilary Duff nell'episodio Thrilled to Death della quarta stagione di Ghost Whisperer

Anche il team stesso che ha lavorato con Aaron fino alla fine si è trovato d'accordo con le dichiarazioni di Hilary, chiedendo la rimozione di tutti i contenuti autorizzati, e rimandando ai consensi specifici della sua famiglia, e dei suoi amici e collaboratori per il resto: "Nei pochi giorni successivi alla morte del nostro caro amico, abbiamo cercato di elaborare il lutto e allo stesso tempo di affrontare rilasci oscenamente irrispettosi e non autorizzati".