Harry Potter, Daniel Radcliffe ricorda: "Ci chiesero di non cambiare look fino alla fine della saga"

Essere Harry Potter ha i suoi privilegi... Ma anche i suoi svantaggi, come il non poter cambiare look fino al termine della saga cinematografica, come ricorda Daniel Radcliffe.

NOTIZIA di 01/01/2022

Harry Potter torna sui nostri schermi grazie alla reunion prodotta per HBO Max, ma Daniel Radcliffe ancora si pente di alcuni discutibili look del passato, legati proprio al maghetto con gli occhiali...

Su Sky e NOW il 1 gennaio arriva "Harry Potter 20th Anniversary:​​Return to Hogwarts", la speciale reunion prodotta da HBO Max per celebrare i 20 anni dall'uscita di Harry Potter e la Pietra Filosofale nelle sale, e in occasione di questa rimpatriata sono tanti gli aneddoti che i protagonisti dei film ci racconteranno.

"Ogni parte della mia vita è connessa a Harry Potter e a Leavesden in un qualche modo" ammette l'interprete di Harry Potter "Il mio primo bacio, le mie prime ragazze, ha tutto a che fare con il set di Harry Potter in una maniera o nell'altra" .

Dopotutto, gli attori della saga hanno passato dieci anni della loro vita tra quelle mura... Tant'è che i ragazzi rimasero "bloccati" con il look che vedevamo sugli schermi per molto, molto tempo, dato che la produzione chiese di non optare per nessuna modifica troppo drastica del loro aspetto fisico.

"Noi gli dicemmo 'No, no, no, non potete chiederci questo. Non ci lascerete mica così?'" ricorda Radcliffe "'Non dovremmo diventare teenager e iniziare a uscire con le ragazze in questi film?'. E credo che fummo tutti piuttosto devastati da questa scoperta...".

Ma Daniel Radcliffe non è l'unico ad aver espresso qualche rimorso e un leggero imbarazzo per alcuni look del passato. Qualche tempo fa anche Rupert Grint commentò il discutibile taglio di capelli sfoggiato ne Il Calice di Fuoco, definendolo "parecchio cringe": "Credo che un po' tutti abbiano attraversato la fase dei capelli lunghi, e a loro piacque, faceva tanto maghi e stregoni. Praticamente abbiamo attraversato la pubertà sullo schermo. E tutti vi hanno assistito. È stata parecchio cringe la cosa".