Charlize Theron risponde al questionario di Marcel Proust, rivelando la sua vera personalità

Anche Charlize Theron si è lasciata intervistare e ha rivelato alcuni tratti segreti e profondi della sua personalità, rispondendo al famoso questionario di Marcel Proust: ecco quali sono le sue più grandi paure e l'amore più grande della sua vita.

NOTIZIA di 03/03/2021

Rispondere al questionario di Marcel Proust non è semplice: Charlize Theron ci ha provato e ha scoperto alcuni lati della sua personalità che anche lei non conosceva di sé stessa, come la sua paura più grande e le virtù che più ammira nelle persone.

Lo scrittore francese Marcel Proust aveva risposto a una serie di domande che gli aveva posto la sua amica Antoinette Faoure verso la fine dell'800: queste domande ora sono conosciute come "il questionario di Proust" e sono famose per rivelare accuratamente la vera natura delle persone.

Vanity Fair ha intervistato diverse celebrità, sottoponendo a loro il questionario di Proust. Anche Charlize Theron si è voluta cimentare e ciò che ha scoperto, ha scioccato anche lei. Le domande sono 35 e vengono poste in rapida successione. Una volta che la domanda è stata posta, l'intervistato ha cinque secondi di tempo per rispondere: ciò è fondamentale affinché sia sotto pressione e portato a rispondere il più onestamente possibile.

Tra le domande, l'intervistatore richiede qual è l'idea di felicità secondo Charlize, la sua più grande paura, chi ama di più nella sua vita, la parte che più odia di sé stessa e negli altri. Charlize ha così rivelato che per lei la felicità è "l'estate", che i suoi figli sono ciò che più ama nella sua vita, che odia quando alza la voce e quando gli altri sono disonesti e che la sua paura è così grande da non riuscire a pronunciarla. L'attrice ha anche rivelato che la persona vivente che ammira di più è sua madre, mentre quella che disprezza maggiormente è George Zimmerman. Nel corso del questionario è anche emerso che ciò che Charlize disprezza di più di sé stessa, sono le spalle, che se potesse scegliere di avere un talento sarebbe quello di saper cantare come Bono degli U2 e che se potesse scegliere di morire, le piacerebbe che accadesse nel sonno.

Bombshell
Bombshell: un primo piano di Charlize Theron

Approfondendo la domanda, è emerso che se Charlize si potesse reincarnare in qualcuno o qualcosa dopo la sua morte, sceglierebbe di resuscitare in uno dei suoi cani: "Spesso mi capita di camminare per casa e vedere uno dei miei cani lì, sdraiato sul letto, sereno e tranquillo", ha commentato Charlize. "Tutti i miei cani mangiano bene, li vizio continuamente. Dormono sulle mie lenzuola bianche. Sì, mi capita spesso di vederli è pensare" caspita, questo sì che è davvero un bel modo di vivere". Quindi mi piacerebbe proprio rinascere in uno di loro".

Charlize ha trovato davvero difficili le domande e rivedendo le sue risposte, ha potuto capire molto di sé stessa: "Ho dovuto evitare di rispondere a quale virtù penso sia più sopravvalutata. Tu cosa avresti risposto?", ha chiesto l'attrice. E scherzando con l'intervistatore in merito al fatto che la virtù più sopravvalutata possa essere la "castità", Charlize ha continuato: "È strano, così come è strano che abbia risposto che il personaggio storico che ammiro di più sia Jane Goodall. Insomma, la ammiro, quindi forse avrei dovuto citarla come la persona che ammiro di più. È stato speciale quando mi sono accampata con lei per vedere gli scimpanzé e abbiamo bevuto whisky fino alle tre del mattino. Ma non sarei mai in grado di interpretarla in un film biografico. Fa riflettere."