Charlize Theron sulla pandemia, la rabbia, la DAD e i lati positivi di "un anno terribile"

Charlize Theron si è confessata con Vanity Fair e ha parlato del terribile 2020 e di tutto ciò che è cambiato in lei rispetto allo scorso anno.

NOTIZIA di 24/02/2021

Il 2020 è stato un anno terribile che ha cambiato anche Charlize Theron. In occasione di una confessione con Vanity Fair, la celebre attrice ha parlato del carattere negativo dell'ultimo periodo, della rabbia repressa e di quanto sia cambiato in lei a livello caratteriale.

The Old Guard 11
The Old Guard: Charlize Theron in un'immagine

In che modo il 2020 ha reso diversa Charlize Theron? In primo luogo, l'attrice crede di essere diventata più ansiosa e di aver amplificato alcuni suoi sentimenti basici (ad esempio, la paura). A questo proposito, la Theron ha parlato di ciò che la resa più arrabbiata e più felice durante lo scorso anno. L'attrice ha dichiarato: "Credo sia molto difficile mettere in lista tutte le difficoltà capitate nel 2020. Tutto quanto è stato terribile, dal dolore a causa della pandemia alla situazione che hanno dovuto affrontare le persone di colore. Quello che mi ha tirato su è stato il fatto di poter migliorare. Una situazione del genere non può durare per sempre. Quindi, pensavo costantemente alla sua fine e al miglioramento a cui noi esseri umani possiamo dare inizio".

Bombshell
Bombshell: un primo piano di Charlize Theron

A galvanizzare maggiormente Charlize Theron sono le persone giovani, resilienti e in grado di risalire sempre la china: "Lottare è fondamentale e resto sempre stupita dalla forza dei giovani di oggi". Cosa guida Charlize Theron durante la realizzazione di un nuovo progetto cinematografico? L'attrice ha dichiarato: "Ho provato a costruire la mia carriera sui miei interessi. Non è detto che si debba sempre essere politici ma credo sia necessario restituire la complessità dell'animo umano. Credo che una cosa del genere sia necessaria per ogni artista. Attraverso i personaggi e le narrazioni, provo a intraprendere un percorso catartico e a comprendere le cattiverie degli uomini".

Charlize Theron, poi, si è soffermata a discutere sulla sua fama e sul modo in cui l'ha gestita nel 2020: "Non ho mai avuto un gran rapporto con la fama. Forse è l'unico aspetto del mio lavoro che odio. Da giovane vivevo in una fattoria africana. Non c'era nulla. Conoscevo soltanto i film con Tom Hanks e Goldie Hawn. Non sapevo nemmeno come si chiamassero i due attori. Insomma, per me è sempre stato strano farmi inseguire dai paparazzi. Cose del genere mi hanno sempre provocato rabbia. Non ho mai accettato di finire sui tabloid nè, tanto meno, che i miei figli finissero sulle prime pagine dei giornali. Nel 2020 non ho viaggiato e non ho visto i miei amici e tutto ciò mi è mancato da morire. Però, quanto meno, stando a casa mi sono un po' ripresa e non ho dovuto affrontare le conseguenze negative della fama".

Atomica bionda: un primo piano di Charlize Theron
Atomica bionda: un primo piano di Charlize Theron

Infine, Charlize Theron si è soffermata sull'attività di didattica a distanza che ha coinvolto i suoi figli e sulle sue visioni preferite durante la pandemia. L'attrice ha affermato: "Niente ti prepara alla didattica a distanza e alle riunioni con le altre mamme. Davvero, durante il lockdown ho scoperto di essere una pessima insegnante e di essere un disastro in casa. Durante la pandemia, abbiamo visto tantissimi show, ad esempio The Great British Baking Show, Nailed It! e RuPaul's Drag Race. Molti show sono stati fondamentali per capire cosa cucinare. Insomma, sono stati molto divertenti da vedere in famiglia".