Ben Affleck, sul meme sad Affleck e sull'impatto che ha avuto sui figli: "Cosa devono pensare?"

Ben Affleck ha commentato il meme Sad Affleck e ha parlato dell'impatto che il video ha avuto sui suoi figli: 'Mi preoccupa più del resto'.

NOTIZIA di 09/01/2022

Nel corso di un'intervista con il Los Angeles Times, Ben Affleck ha commentato il celebre meme Sad Affleck e ha fatto sapere le sue idee a riguardo.

Divenuto noto durante il tour promozionale di Batman v Superman: Dawn of Justice, il meme mostra Ben Affleck ed Henry Cavill affrontare le reazioni negative della critica nei confronti del film. Il volto di Batman ha affrontato l'argomento e ha dichiarato: "La percezione che il pubblico ha di me è profondamente diversa da ciò che io sono. Sinceramente, faccio a meno di leggere determinate cose, non mi interessano più".

La star ha proseguito: "Ciò che mi preoccupa è l'atteggiamento dei miei figli dinnanzi al meme Sad Affleck. Credo che tutti gli attori e le attrici si sentano costantemente così durante i tour promozionali dei loro film. Ma i miei figli cosa possono pensare? Che io sia una persona bisognosa di aiuto e fondamentalmente triste?".

Ben Affleck ha anche riflettuto in dettaglio sul modo in cui viene visto dal pubblico. L'attore ha dichiarato: "Penso che quando ero giovane, la gente mi vedeva come qualcuno che aveva avuto troppo successo in modo semplice... Non so, tutti quanti pensavano che non fossi sincero o che fossi una sorta di ragazzotto da confraternita".

L'attore ha proseguito: "Non era affatto come mi sentivo io. Mi sentivo insicuro, ansioso e troppo loquace. Stavo provando a entrare in questo mondo con estrema incertezza. Credo che il modo in cui veniamo percepiti sia sempre da mettere in relazione a chi siamo nella realtà". Affleck ha anche riflettuto sulla sua interpretazione di Batman e ha definito Justice League come "la peggiore esperienza" tra tutte quelle che ha fatto. L'attore 49enne ha definito "terribile" la lavorazione del film per una "confluenza" di ragioni - tra cui il suicidio della figlia di Zack Snyder, l'abbandono del progetto da parte del regista e le riprese aggiuntive.

Ben Affleck ha dichiarato: "Quello è diventato il momento in cui ho detto: 'Non farò più queste cose'. Justice League è stato il nadir della mia vita". A proposito del suo ritorno nei panni di Batman in The Flash, Ben Affleck ha raccontato all'Herald Sun: "Mi sono davvero divertito con questo film. Credo che sia una delle mie migliori interpretazioni. Spero che mantengano l'integrità di quello che abbiamo fatto e che non taglino molto perché ho pensato che fosse grande e davvero interessante - diverso, ma non in un modo che sia incongruente con il personaggio. Forse decideranno che non funziona. Ma quando sono andato a farlo, è stato davvero divertente e davvero, davvero soddisfacente e incoraggiante, e ho pensato: 'Wow - penso di aver finalmente capito'".