Facebook

Andrew Garfield: "Ecco che cosa mi spaventava di più dell'interpretare Spider-Man"

Andrew Garfield si è recentemente aperto a proposito della sua esperienza nei panni dell'Uomo Ragno, rivelando che cosa lo ha maggiormente spaventato dell'interpretare Spider-Man.

Andrew Garfield ha recentemente ammesso che ci sono stati aspetti del dover interpretare Spider-Man che lo hanno spaventato a morte quando è stato scelto per il ruolo: la star sapeva che il film e il protagonista erano così grandi e famosi che era scontato che non sarebbe piaciuto a tutti.

Essere scelti per un ruolo importante in un film di supereroi è un'arma a doppio taglio, può renderti una star del cinema da un giorno all'altro, farti guadagnare milioni di dollari e assicurarti di avere un futuro a Hollywood negli anni a venire. Tuttavia, c'è anche un aspetto negativo e quello riguarda sicuramente le dimensioni di questo genere di franchise.

Non importa quanto sia popolare una pellicola o una performance, ci saranno quelli che la odieranno e, nell'era di Internet, la voce di quei fan si è fatta sempre più grossa. Durante un episodio del podcast di Marc Maron chiamato WTF, Garfield ha spiegato: "Penso di essere rimasto sconvolto dall'esperienza dopo aver girato quel film, non avrei mai immaginato di trovarmi in quella posizione."

"Ero solo fottutamente spaventato. Avevo paura di vedere uscire questo film enorme e che un miliardo di persone avrebbero detto: 'No, non ci piaci. Non ci piace la tua anima. Non ci piacciono le tue scelte creative. Non ci piace la tua faccia.' Ed è stato così... almeno il 50 percento delle persone mi detesta", ha concluso Andrew Garfield.