Charlie Says 2018

3.0/5
3.0/5
Locandina di Charlie Says

Charlie Says è un film 2018 diretto da Mary Harron e interpretato da Matt Smith, Hannah Murray, Sosie Bacon, Marianne Rendón, Merritt Wever, Chace Crawford, Annabeth Gish, Kayli Carter, Grace Van Dien, Suki Waterhouse del genere Drammatico, Thriller, Poliziesco, attualmente tra i film al cinema, prodotto in USA e distribuito in Italia da No.Mad Entertainment. Durata: 104 min. Uscita ITA: 22 Agosto 2019.

Trama

Charlie Says concentra lo sguardo sui delitti della Famiglia Manson. Dopo il processo tre giovani donne colpevoli dei delitti vengono condannate a morte, ma poi la sentenza viene modificata in ergastolo. Una studentessa appena laureata viene inviata a occuparsi del caso toccando con mano l'orrore della famiglia di Charles Manson.

Il film Charlie Says è in parte basato sul libro autobiografico intitolato “The Long Prison Journey of Leslie Van Houten: Life Beyond the Cult”, firmato da Karlene Fatih con la collaborazione di Ed Sanders, ma senza il contributo effettivo di Leslie Van Houten, una delle donne rappresentante nel film. Nel film vediamo Karlene Faith lavorare come consulente sociale e psicologa nella prigione dove sono detenute Leslie Van Houten, Susan Atkins, e Patricia Krenwinkel, tre persone facenti parte della famigerata “Famiglia Manson” e responsabili omicidi multipli, tra i quali quello dell’attrice Sharon Tate e i coniugi LaBianca. Le tre donne furono inizialmente condannate a morte, per gli efferati delitti, ma in seguito la pena fu convertita a ergastolo. Vediamo come Karlene entra in contatto con le tre ragazze in veste di psicologa e cerca di capire cosa è successo esattamente a queste donne che all'apparenza sembrano del tutto normali ma che hanno compiuto dei crimini assolutamente brutali dopo essere entrate a far parte della Famiglia Manson.

Attraverso i colloqui di Karlene con Leslie in particolare, vediamo il viaggio che la ragazza ha intrapreso quando si è unita a questa comunità che lei vedeva inizialmente come un ambiente entusiasta, in linea con l’atmosfera degli anni ‘60, ma quasi subito Leslie capisce che non si tratta semplicemente di un gruppo di persone unite da una filosofia volta alla libertà e all'amore. Il carismatico Charles Manson è un esperto manipolatore e usando strumenti all'apparenza innocui come la Bibbia o perfino le canzoni dei Beatles, ha di fatto imposto la sua volontà sui suoi seguaci, intaccando e schiacciando la loro personalità, rendendoli dipendenti e volenterosi di essere accettati dal loro nuovo leader. Ma può la manipolazione, anche se perpetrata su persone già predisposte ad essa, spiegare le gesta terribili compiute da queste ragazze? Omicidi terribili, un numero impressionante di ferite post-mortem, l’atto del tutto raccapricciante di uccidere una donna incinta, questo è quanto “Charlie dice” di fare, di mettere in atto, per dare il via a una guerra tra “razze”, inevitabile secondo la sua visione, ma che a quanto pare era in ritardo e quindi aveva bisogno di una spinta.

Karlene ci fa da guida in questa vera e propria follia di massa, ma non ci sono difese, non ci sono giustificazioni, solo una ricerca della verità, drammatica e senza via d’uscita, con flashback nel famoso Spahn Ranch dove Charlie indottrinava i suoi fedeli, dicendogli di sopprimere il proprio ego, dove assumere droghe allucinogene era d’obbligo e dove il sesso - il corpo delle donne - era considerato una proprietà comune e usato come merce di scambio per ottenere favori, per “pagare” il proprietario del ranch, ammesso ovviamente che Charlie avesse accesso a ciascuna seguace ogni volta che ne avesse avuto voglia. Un’indagine nella mente di uno dei serial killer più famosi della storia, nonostante i crimini per cui è diventato leggendario non siano stati commessi da lui in persona.

Questa è la sinossi ufficiale distribuita da No.Mad Entertainment: “Un viaggio nella mente di Charles Manson, musicista, manipolatore e mandante degli efferati omicidi che sconvolsero gli USA nell'estate del 1969, tra cui l’assassinio di Sharon Tate. Charlie Says si addentra nella psiche del leader criminale, attraverso gli occhi di Karlene Faith, psicologa di tre giovani donne entrate a far parte della setta, dopo aver subito il lavaggio del cervello, e condannate all'ergastolo. In una escalation di follia e annullamento della volontà, viene ripercorsa la vita all'interno della “Famiglia Manson” e il rapporto di queste giovani con l’uomo che ha segnato le loro vite. Che potere aveva Charles Manson sulle sue prede? Cosa è scattato nella loro mente?”.

Recensione

I criminali psicopatici sembrano esercitare un fascino irresistibile su Mary Harron. La regista di American Psycho e I Shot Andy Warhol stavolta affronta la narrazione delle gesta del più morboso e sinistramente affascinante tra loro, Charles Manson. Nel ruolo di Manson, che nei prossimi mesi sarà al centro di numerosi progetti televisivi e cinematografici, la Harron ha richiesto i servigi dell'inglese Matt Smith, star di Doctor Who. Nella sua visione, però, non è Manson il protagonista della storia narrata in Charlie Says. Al centro del film vi sono tre giovani donne, membri della Manson Family, colpevoli degli efferati delitti ...

Leggi la recensione completa di Charlie Says (3.0 stelle su 5)

Perché ci piace

  • Charles Manson è una delle figure più controverse della storia recente, ed è interessante la scelta di Mary Harron di focalizzarsi sui membri della sua family e sulle conseguenze del plagio sulle loro menti.
  • Tutte in parte le protagoniste femminili della storia, cupamente carismatico Matt Smith nel ruolo di Manson.
  • Il taglio dato alla storia non è privo di spunti...

Cosa non va

  • ..ma lo stile piatto rischia di rendere il film il classico prodotto medio facilmente dimenticabile.
  • Troppo meccanica l'evoluzione interiore dei personaggi, soprattutto in un film in cui l'aspetto psicologico è centrale.

Cast

Matt Smith Matt Smith Charles Manson
Hannah Murray Hannah Murray Leslie Van Houten
Sosie Bacon Sosie Bacon Patricia Krenwinkel
Marianne Rendón Susan Atkins
Merritt Wever Merritt Wever Karlene Faith
Chace Crawford Chace Crawford Tex Watson
Annabeth Gish Annabeth Gish Virginia Carlson
Kayli Carter Squeaky Fromme
Grace Van Dien Sharon Tate
Suki Waterhouse Mary Brunner

Vai al cast completo di Charlie Says

Accoglienza

Attualmente Charlie Says ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

Critica

Charlie Says è stato accolto dalla critica nel seguente modo: sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ha ottenuto un punteggio medio del 54% sul 100%, su Metacritic ha invece ottenuto un voto di 56 su 100 mentre su Imdb il pubblico lo ha votato con 5.7 su 10

Video

Vai a tutti i video

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

News e articoli