Butterfly

2018, Documentario

4.0
Butterfly (2018)
Genere
Durata
Regista
Uscita ITA

Irma Testa è stata la prima donna pugile in Italia a qualificarsi per le Olimpiadi e questo ha scatenato l'attenzione ossessiva dei media per lei. La sua storia è quasi una favola: una bella ragazza cresciuta in uno dei quartieri più violenti di Napoli, che nonostante le avversità, vince ed entra nella storia. La pressione del pubblico e dei media che la dipingono come un'eroina impeccabile, costringono Irma a nascondersi dietro questa immagine per tutto il periodo che precede le Olimpiadi. Lucio, Il suo allenatore, ha sempre saputo che le aspettative e lo stress a cui Irma è sottoposta erano troppo alte e non dimenticherà mai il momento in cui, a fine match a Rio de Janeiro, Irma è scoppiata in lacrime.

Perché ci piace
  • Un documentario sportivo che sfugge alle tradizioni del genere e per la prima volta si sofferma sullo spaesamento della sconfitta.
  • Non solo storia di riscatto, ma ritratto adolescenziale e ricomposizione del dolore.
Cosa non va
  • Non aspettatevi un documentario sulla vita di Irma Testa secondo le regole classiche del genere.

News e articoli


Butterfly, la recensione: Irma Testa, caduta e riscatto

6 settimane fa

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti