The Last Duel in 4K UHD, la recensione: puro spettacolo audio-video e un dietro le quinte da non perdere

La recensione di The Last Duel in 4K UHD: l'edizione Disney del film di Ridley Scott è una meraviglia tecnica con un video sontuoso e un audio travolgente. E negli extra un bel making of fatto davvero come si deve.

RECENSIONE di 21/12/2021
The Last Duel 1 Plbh5Ko
The Last Duel: un primo piano di Matt Damon

La vera storia dell'ultimo duello autorizzato dalla legge nella storia della Francia, il ritorno di un regista visionario e abituato ai kolossal spettacolari come Ridley Scott, un cast di tutto rilievo con Matt Damon e Adam Driver protagonisti, ben supportati da Jodie Comer e Ben Affleck. Aggiungete a tutto questo lo spettacolo di poter vedere il film nel miglior formato video possibile, ed ecco che, come vedremo nella recensione di The Last Duel in 4K UHD, il prodotto homevideo della Disney è l'ideale per trasferirsi nel Regno di Francia del quattordicesimo secolo e seguire le vicende del cavaliere Jean de Carrouges e dell'affascinante scudiero romano Jacques Le Gris, accusato di aver stuprato la moglie del cavaliere. Lei rifiuta di restare in silenzio a accusa il suo aggressore, finirà con un estenuante duello all'ultimo sangue tra i due uomini. 


Video 4K sontuoso nonostante una fotografia aggressiva e le tante scene scure

Lastduelcover

Abbiamo potuto ammirare l'edizione di The Last Duel con il formato video top, e il giudizio è che il prodotto targato 20th Century Studios distribuito da Walt Disney Home Entertainment è strepitoso in ogni sua componente. A partire da un video 4K UHD che riesce a digerire in maniera eccellente una fotografia piuttosto aggressiva e poco naturale, con frequenti tonalità fredde blu-ghiaccio e desaturate, per non parlare delle critiche condizioni di luminosità di parecchie scene. Proprio per questo ci sono momenti decisamente più morbidi, soprattutto nelle sequenze più scure, ma nel complesso il trasferimento è fantastico con un dettaglio a tratti granitico e incisivo, sia sui volti dei protagonisti che nei costumi e le ambientazioni.

The Last Duel 1
The Last Duel: Adam Driver durante una scena

Il quadro è sempre compatto e senza sbavature, colpiscono per bellezza e senso di profondità soprattutto gli interni illuminati solo dalle candele: in queste circostanze i particolari emergono comunque dalle ombre e dalle zone lievemente illuminate, senza che la solidità del quadro venga mai meno. L'HDR dà una mano a ravvivare con tante sfumature anche la fotografia che ha le caratteristiche già citate, per poi offrire anche maggior vivacità negli esterni diurni.

The Last Duel, la recensione: la gladiatrice che sfidò i duellanti

Audio di precisione chirugica. E che bordate nel violento duello finale.

The Last Duel 1
The Last Duel: Jodie Comer durante una scena

Se il video è di altissimo livello, l'audio è ancora più convincente. Il Dolby Digital Plus 7.1 italiano è già una traccia di alto livello spettacolare, ma come spesso accade in questi casi, per chi può apprezzare il Dolby Atmos inglese, l'esperienza diventa indimenticabile. Questo ovviamente nelle scene di pura azione, che comunque non sono moltissime visto che a prevalere sono i dialoghi. Come detto la traccia italiana consente un'ottima immersione nelle atmosfere del film. Già nei momenti più tranquilli si può apprezzare una direzionalità chirurgica degli effetti, come lo zoccolo di un cavallo fuori scena, oppure il lancio di una lenza in acqua.

Last Duel Ben Affleck
The Last Duel: il profilo di Ben Affleck

Poi nei momenti action, e in quelli dove anche la colonna sonora può scatenarsi, il reparto dà il suo massimo. I panning sono già apprezzabili nel lancio delle frecce infuocate, ma poi dove l'audio tira fuori gli artigli e oltre alla precisione sfodera una potenza a suon di bordate di bassi, è nel violentissimo duello finale tra i due protagonisti. Tutto questo nel Dolby Atmos inglese ha ancora una marcia in più, sia per dinamica che per pressione sonora complessiva, oltre al vantaggio della verticalità che amplifica ulteriormente la spazialità.

The Last Duel, Ben Affleck: "Questa è una storia importantissima per il mondo di oggi"

Gli extra: un dietro le quinte stupendo per capire il lavoro sul set

The Last Duel 2 Yullzop
The Last Duel: Jodie Comer in una scena del film

L'edizione non delude nemmeno sul piano degli extra, che si trovano sul disco blu-ray. Non bisogna lasciarsi ingannare dal fatto che l'unico extra presente oltre al trailer à il Dietro le quinte di The Last Duel, che dura 34 minuti. Si tratta infatti di un making of tutto arrosto e niente fumo, lontano da quei vuoti contributi esclusivamente promozionali. Qui invece troviamo un dietro le quinte molto curato e davvero accattivante che racconta in maniera stupenda il lavoro sul set durante le riprese di varie scene, descrivendone anche tutte le difficoltà, le condizioni difficili in tempi di covid, nonché la direzione di Ridley Scott in tutti i suoi aspetti. Ne esce un documentario davvero avvincente che riscostuisce il lavoro del regista durante la realizzazione e le scelte riguardo recitazioni, ambientazioni e fotografia.

Conclusioni

A conclusione della recensione di The Last Duel in 4K UHD, non possiamo che ribadire come il prodotto Disney sia davvero eccellente in tutti gli aspetti. Il video se la cava egregiamente nonostante una fotografia difficile, l’audio nei momenti chiave è aggressivo e devastante, soprattutto nella traccia inglese, mentre il dietro le quinte degli extra è l’esempio di come andrebbero fatti questi tipi di contenuti speciali.

Movieplayer.it

4.5/5

Perché ci piace

  • Un video che passa in pieno l’esame di una fotografia difficile fra tonalità fredde e scarsa illuminazione.
  • L’audio, già ottimo nei momenti tranquilli, diventa aggressivo e travolgente nelle sequenze chiave.
  • Il dietro le quinte degli extra è imperdibile.

Cosa non va

  • Qualche altro contenuto speciale sarebbe stato il benvenuto.