Dal Joker a Jack Torrance: le risate più terrificanti del cinema

Da Joker a Jack Torrance, la storia del cinema riecheggia di risate terrificanti: ecco quelle dei film più iconici, che ricorderemo a lungo.

CLASSIFICA di 09/10/2019
Joker Ulro Joaquin Phoenix
Joker: l'urlo di Joaquin Phoenix

Con l'uscita di Joker al cinema diventa quasi impossibile non stilare una classifica dedicata alle risate più terrificanti mai ascoltate nei film, quelle che hanno lasciato il segno nella storia del cinema. Sono le risate più cattive o quelle angosciose a mettere in uno stato di ansia lo spettatore, perché gli fanno capire cosa stia per succedere o le intenzioni del personaggio che appare sul grande schermo.

Nel corso della storia del cinema sono tante le risate che sono rimaste impresse nella memoria collettiva e l'ultima è proprio quella di Arthur Fleck interpretato da uno strabiliante Joaquin Phoenix - a tal proposito, vi proponiamo la nostra recensione di Joker. Ecco, dunque, una classifica che include i personaggi di film commerciali o autoriali che continuano a godere della celebrità data dalla loro risata, da Grimilde e Crudelia De Mon a Chucky e Regan MacNeil.

21. John McClane - Trappola di cristallo

Trappola di cristallo (Die Hard, 1988) - Bruce Willis in una scena
Trappola di cristallo (Die Hard, 1988) - Bruce Willis in una scena

Una delle risate più inquietanti e anche ambigue se vogliamo, dalla quale non si sa cosa aspettarsi, è quella di John McClane in Trappola di cristallo, aka il primo film della saga di Die Hard. Il personaggio protagonista della pellicola è interpretato da un Bruce Willis in pieno stato di grazia e che, grazie alla sua performance, è diventato un'icona e la sua risata ha scritto la storia del cinema. Dopo il lungo assedio da parte dei terroristi tedeschi, guidati da Hans Gruber (interpretato da Alan Rickman), al grattacielo dove lavora la moglie di John McClane, giunge finalmente il momento topico, cioè quando il protagonista si trova faccia a faccia con i malviventi. Facendo credere di essere disarmato, egli si scioglie in una risata per poi, subito dopo, prendere il controllo della situazione ed eliminare i terroristi, facendo precipitare Hans dal grattacielo.

20. Alex DeLarge - Arancia meccanica

Paul Farrell, Warren Clarke, Malcolm McDowell, James Marcus e Michael Tarn in una scena del film ARANCIA MECCANICA
Paul Farrell, Warren Clarke, Malcolm McDowell, James Marcus e Michael Tarn in una scena del film ARANCIA MECCANICA

Una lista di questo tipo non poteva non contenere un film di Stanley Kubrick, in questo caso Arancia Meccanica. Tra le varie scorribande notturne che compiono di Drughi, le risate la fanno da padrone: i quattro membri del gruppo trovano godimento negli atti criminosi che compiono e il loro essere così sadici viene esplicitato dalla loro risata, come quella che si sente prima che decidano di picchiare un senzatetto. Ma il momento più inquietante è quando Alex si trova in un letto d'ospedale dopo essersi risvegliato dal coma, quando viene sottoposto ad un test in cui deve aggiungere una battuta in alcune vignette vuote. La sua risata fa comprendere allo spettatore come la Cura Ludovico non abbia più alcun effetto su di lui e di come egli si renda conto di essere tornato quello di una volta.

Da Joker a Arancia Meccanica: i film tra psicosi e atti di violenza

19.Il Grinch

Il Grinch
Il Grinch

Alla lista delle risate più terrificanti della storia del cinema appartiene la risata del Grinch, protagonista dell'omonimo film, Il Grinch, diretto da Ron Howard nel 2000. Abitante del Monte Briciolaio, posto sopra il villagio di Chinonsò, il Grinch è l'unica creatura a detestare profondamente il Natale, tanto da arrivare a rubarlo agli abitanti del villaggio sottostante, i Nonsochi, che si preparano tutti i giorni per il Natale, ritenuta la festività più importante da celebrare. La risata di Jim Carrey, interprete eccezionale del Grinch, fa capire molte caratteristiche del suo personaggio, esplicitate mano a mano che il film si sviluppa: il disagio e la solitudine che la creatura vive nel suo totale isolamento, la voglia di rivalsa nei confronti di August, che un tempo lo bullizzava e che poi è divenuto il sindaco di Chinonsò. Sarà grazie a Cindy Chi Lou, una bambina di soli 6 anni e membro del villaggio, che il Grinch riscoprirà il vero significato del Natale, tanto da tornare di nuovo buono e chiedendo perdono ai Nonsochi a cui aveva rubato la festività.

18. Grimilde - Biancaneve e i sette nani

La terribile regina del film Biancaneve e i sette nani ( 1937 )
La terribile regina del film Biancaneve e i sette nani ( 1937 )

Primo villain Disney attraente e terrorizzante allo stesso tempo, chiunque abbia visto Biancaneve e i sette nani non può che essere rimasto con le gambe tremanti dopo aver visto per la prima volta questo personaggio. Tanto femminile e fascinosa, quanto cattiva e autoritaria, Grimilde è il villain crudele per eccellenza, così egoista e maligna da chiedere al cacciatore il cuore della sua figlioccia Biancaneve, poiché destinata ad essere la più bella del reame. Ma non è tutto: pur di perseguire la strada della bellezza unica e indissolubile, Grimilde decide di trasformarsi in ciò che è fisicamente più lontano da lei, ma più vicino in quanto animo corroso: una vecchia megera orribile e, forse, ancora più cattiva. E, quando si trasforma e avvelena la mela, la sua risata diventa raggelante, sconvolgente, e non si vorrebbe far altro che dire a Biancaneve di non fidarsi.

17. Terence McDonagh - Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans

Nicolas Cage ed Eva Mendes in un'immagine del film Bad Lieutenant: Port of Call New Orleans di Werner Herzog
Nicolas Cage ed Eva Mendes in un'immagine del film Bad Lieutenant: Port of Call New Orleans di Werner Herzog

Che Nicolas Cage sia ormai diventato un'icona (e origine di famosissimi meme) grazie alle sue espressioni è un dato di fatto. Tra queste performance indimenticabili, c'è proprio la sua interpretazione del tenente Terence McDonagh in Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans, uomo ambizioso ma anche completamente dipendente dalla droga che gli serve per affrontare la sua vita tormentata. Nel momento in cui viene declassato si unisce a Big Fate, costituitosi per lo sterminio di una famiglia senegalese. È proprio qui che assistiamo ad una delle scene più memorabili: in una delle sequenze in cui l'ex tenente si trova insieme a Big Fate e cerca di farsi passare per un uomo di fiducia, stravolto dalla droga e nel mezzo del discorso inizia a ridere a crepapelle. Una risata inquietante, nervosa, sintomo del fatto che non è tutto esattamente come sembra.

16. Crudelia de Mon - La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera

101 Dalmatians Glenn Close
Glenn Close ne La carica dei 101

C'è qualcuno di più cattivo al mondo se non Crudelia De Mon? Direttrice di un'azienda di moda, disonesta, vendicativa e arrogante, non potrebbe vivere senza le pellicce, convinta che solo i beni materiali possano dare serenità e appagamento. In attesa di vedere Emma Stone nei panni del personaggio in Cruella, in La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera - uno dei primi live-action Disney, Glenn Close dava corpo e volto alla tremenda Crudelia, desiderosa di ottenere un cappotto fatto con la pelliccia dei dalmata. La donna, dai capelli di due colori differenti, non si fa intenerire alla vista dei cuccioli di dalmata avuti dalla cagnetta della sua ignara assistente Anita. Sebbene bastino le azioni di Crudelia a far venire un brivido lungo la schiena, è la sua risata ad essere veramente inquietante, chiara espressione di tutta la sua malvagità e arroganza.

15. Chucky - La bambola assassina

Child4
Una scena de La bambola assassina (1988)

Avete presente quella bambola per nulla normale, animata e in grado di uccidere chiunque voglia? Ecco, questa è proprio Chucky, la bambola assassina che ha dato vita ad una vera e propria saga composta da ben 8 film. Sin dalla prima pellicola, La bambola assassina del 1988, Chucky non è altro che un bambolotto molto desiderato dai bambini, tra cui il piccolo Andy, che lo chiede in regalo alla sua mamma per il suo compleanno. Tuttavia, il bambolotto che ottiene in regalo non è per nulla normale, poiché contiene l'anima di Charles Lee Ray, un pericoloso serial killer che, braccato dalla polizia, aveva attuato un rito voodoo. Sarà proprio il rapporto tra Andy e Chucky a tenere banco in questo film e nelle pellicole successive: al di là dei brutali omicidi, ciò che rende subito individuabile la bambola è sua terribile, sconcertante ed inquietante risata.

14. Dracula - Dracula di Bram Stoker

Dracula di Bram Stoker: Gary Oldman in un'immagine tratta dal film di Coppola
Dracula di Bram Stoker: Gary Oldman in un'immagine tratta dal film di Coppola

Uno dei personaggi del cinema più temibili è proprio il conte Vlad interpretato da un magistrale Gary Oldman in Dracula di Bram Stoker. Nel film di Francis Ford Coppola, Dracula è un personaggio che, dopo aver scatenato le forze le male in seguito al suicidio dell'amata, si trova a vivere da vampiro nel corso dei secoli, diventando sempre più maligno. Ciò avviene in maniera particolare quando riconosce nella fidanzata del suo avvocato la reincarnazione della moglie defunta, per questo utilizzerà tutto il suo fascino e la sua malvagità per farla sua ed eliminare qualsiasi ostacolo. Nei momenti in cui Dracula si scioglie in una fragorosa risata, esprime tutta la sua malvagità e desiderio di possesso e vendetta, rendendo l'atmosfera inquietante e tetra, simile al peggiore degli incubi.

Dracula di Bram Stoker: dopo 25 anni, scorre il sangue, resta l'amore

13. Max Cady - Cape Fear - Il promontorio della paura

Cape Fear Robert De Niro
Cape Fear: Robert De Niro in una scena

Solo citando Cape Fear - Il promontorio della paura vengono già i brividi di per sé anche perché si pensa subito al personaggio di Max Cady, interpretato da Robert De Niro. Non a caso, infatti, risulta essere uno dei personaggi più feroci e pericolosi della storia del cinema, tanto che una semplice risata è sufficiente per rimanere profondamente sconvolti. Uno dei momenti clou in cui ciò avviene è al cinema, mentre Max si trova nella fila davanti alla famiglie Bowden e, sigaro in mano, si lascia andare ad una risata fragorosa ed interminabile, ricca di godimento probabilmente non solo per il film che sta vedendo ma anche per la sua vendetta già pianificata proprio nei confronti dei Bowden.

12. Shosanna Dreyfus - Bastardi senza gloria

Mélanie Laurent in una scena del film Bastardi senza gloria
Mélanie Laurent in una scena del film Bastardi senza gloria

Tra le varie scene che hanno reso memorabile Bastardi senza gloria, film di Quentin Tarantino del 2009 c'è sicuramente quella in cui Shosanna Dreyfus, giovane ebrea che, una volta arrivata a Parigi, prende in gestione un cinema e viene corteggiata da Friedrich Zoller, un eroe tedesco. Proprio durante la première celebrativa di Orgoglio della nazione, di cui Zoller è protagonista, Shosanna può attuare la sua vendetta, grazie all'aiuto del suo amante Marcel. Dopo aver intrappolato i più alti ranghi nazisti nel suo cinema, apparirà sul grande schermo in una risata profonda, piena di disprezzo e di odio verso che coloro che hanno massacrato la sua famiglia e il suo popolo.

11. Ursula - La Sirenetta

La terribile strega del mare Ursula in una scena de La sirenetta
La terribile strega del mare Ursula in una scena de La sirenetta

Capelli bianchi, un volto dipinto della malvagità latente e metà del corpo contraddistinto da sei spaventosi tentacoli: con questa descrizione non possiamo non riferirci ad Ursula de La Sirenetta. Una dei villain Disney dalla malvagità così sottile e tremenda, Ursula è l'antagonista per eccellenza: bramosa di potere, lusso e beltà, ella riesce a circuire la dolce Ariel, così curiosa del mondo umano. La strega del mare finge di diventare sua amica e, dietro le spalle, inizia a pensare a come sfruttare la debolezza di Ariel, figlia di re Tritone, per prendere il controllo di Atlantica dalla quale era stata esiliata. Dopo essere riuscita a conquistare il trono di Atlantica, Ursula si trova comunque costretta ad ingaggiare una lotta con Eric e Ariel, ed è proprio in questo frangente che la strega del mare diventa un essere di enormi proporzioni. Così facendo, la strega esplicita tutta la sua malvagità, trasformandosi in un temibile kraken dei mari, mostrando a tutti l'abisso in cui stanno per precipitare prima che Eric, al timone della propria nave, non riesce ad ucciderla.

10. Lord Voldemort - Harry Potter e i doni della morte - Parte 2

Ralph Fiennes è Lord Voldemort in Harry Potter e i doni della morte - parte 1
Ralph Fiennes è Lord Voldemort in Harry Potter e i doni della morte - parte 1

Lord Voldemort è sempre stato un personaggio che, anche solo per nomea, ha avuto il potere di incutere un certo timore. Ciò avviene, specialmente, in Harry Potter e i doni della morte - Parte 2 quando Lord Voldemort annuncia la morte del giovane mago. La risata del Signore Oscuro - unita quella dei componenti del suo esercito - si fa sottile, angosciante, tetra e piena di soddisfazione e del disprezzo che nutre verso coloro che continuano a sostenere Harry Potter.

J.K. Rowling: "Voldemort? Lo avete sempre pronunciato male"

9. Joker - Il cavaliere oscuro

Heath Ledger nei panni di Joker in una scena del film Il cavaliere oscuro, sequel di Batman Begins
Heath Ledger nei panni di Joker in una scena del film Il cavaliere oscuro, sequel di Batman Begins

Uno dei personaggi più tetri e, allo stesso tempo divenuti iconici, di sempre è proprio il Joker interpretato da Heath Ledger per il film di Christopher Nolan, Il cavaliere oscuro, seconda pellicola della trilogia dedicata a Batman. Seguito di Batman Begins, in questo film non viene mostrata la genesi di Joker, ma l'evoluzione della nemesi di Bruce Wayne, l'ascesa del Joker come crescete minaccia in risposta a Batman. Completamente folle, animato dalla sua psicopatia e dal divertimento di uccidere a sangue freddo, Joker esplicita, in diverse occasioni, tutta la sua follia e aggressività con una risata unica e terrificante.

Joker allo specchio: Joaquin Phoenix e Heath Ledger, due sfumature di follia

8. Goblin - Spider-Man

Spider-Man: il ghigno di Willem Dafoe per Green Goblin
Spider-Man: il ghigno di Willem Dafoe per Green Goblin

Uno dei villain cinematografici che rimasti più di ogni altro impressi nella memoria collettiva è il Goblin, personaggio antagonista di Spider-Man. Visto nel primo capitolo della trilogia di Sam Raimi, Goblin non è altro che l'alter ego di Norman Osborn, il padre di Harry, il migliore amico di Peter Parker. Maschera dall'espressione maligna, armatura verde e aliante a razzo, Goblin vede in Spider-Man un antagonista ma anche un possibile alleato. Ciò che rende terrificante il personaggio è proprio la sua risata, realizzata da un eccezionale Willem Dafoe: il ghigno di chi vorrebbe tenere in pugno l'intera città di New York con il terrore e di chi sa chi sia Peter Parker e come possa eliminarlo.

7. Palpatine - Star Wars: Episodi I, II e III

Star Wars - Episodio III: Palpatine in una scena
Star Wars - Episodio III: Palpatine in una scena

Tra i personaggi che hanno reso celebre la seconda trilogia di Star Wars, composta da La minaccia fantasma, L'attacco dei cloni e La vendetta dei Sith, non si poteva con citare Palpatine come uno dei più inquietanti. Da cancelliere della Repubblica a capo dell'Impero Galattico, Palpatine è il doppiogiochista per eccellenza, in grado di studiare il nemico dall'interno per poi cercare di distruggerlo e in grado anche di far convertire Anakin e farlo passare dalla Forza al Lato Oscuro. Ed ecco che, quindi, la risata di Palpatine non diventa altro che un'espressione del suo animo completamente rabbuiato e disintegrato dal male, del suo lato oscuro che non potrà che rimanere tale.

6. Pennywise - It

It Capitolo 2 17
It: Capitolo 2, Pennywise ricompare

Che sia interpretato da Tim Curry o da Bill Skarsgård, It rimane in ogni caso un personaggio inquietante sotto tutti i punti di vista. Se non è il suo costume, il fatto che sia un mutaforma o che sia in grado di evocare qualsiasi spirito maligno e qualsiasi atmosfera da incubo, è la sua risata ad essere il vero fattore inquietante del personaggio. Tra palloncini e tenute da clown, It è in grado incutere timore solo ridendo, mentre pregusta già il sapore della paura delle sue vittime.

5. Regan MacNeil - L'esorcista

The Exorcist
Linda Blair ne L'esorcista

Impossibile non citare in questa lista un titolo come L'esorcista, film di William Friedkin realizzato nel 1973. In questa pellicola, Regan MacNeil è una ragazzina di dodici anni che, giocando per caso con un tavola ouija, evoca il demone Pazuzu, tanto che egli si impossesserà di lei sempre più. Mano a mano che la ragazzina mostra segni di squilibrio, padre Karras, che è anche un medico psichiatra, si rende conto come la soluzione, al fine di riportare Reagan alla normalità, sia quella di praticare un esorcismo che verrà attuato da padre Merrin. Tra i vari momenti resi celebri ed iconici grazie alla performance della giovane Linda Blair, vi sono quelli in cui la ragazzina, corpo ospitante del demone, si rivolge alla madre e ai due sacerdoti con risate maligne e pregne di scherno, tanto da far rabbrividire lo spettatore ad ogni visione del film.

4. Smith - Matrix Revolutions

Keanu Reeves e Hugo Weaving in una scena di MATRIX REVOLUTIONS
Keanu Reeves e Hugo Weaving in una scena di MATRIX REVOLUTIONS

Uno dei personaggi più angoscianti mai visti sul grande schermo è l'agente Smith in Matrix Revolutions, ultimo film appartenente alla trilogia di Matrix delle sorelle Lana e Lilly Wachowski. Antagonista di Neo e interpretato in tutti e tre i film da Hugo Weaving, il personaggio assume sempre più potere, tanto che sembra che nemmeno Neo possa essere in grado di ucciderlo una volta per sempre. Sebbene risulti crudele solo con lo sguardo, è in un dato momento del film che esprime tutta la sua malvagità, con una risata calma e ricca di cattiveria, dapprima serrata tra i denti e poi sempre più fragorosa.

3. La strega dell'Ovest - Il mago di Oz

Margaret Hamilton in una scena del film Il mago di Oz
Margaret Hamilton in una scena del film Il mago di Oz

Una scopa, un cappello nero a punta e una risata inquietante e potente: ecco tutti gli elementi fondamentali di uno dei personaggi più cattivi della storia del cinema, ovvero la strega dell'Ovest de Il mago di Oz, interpretata da una magnifica Margaret Hamilton. La strega malvagia, che vorrebbe per se le scarpette rosse della sua malvagia sorella, la strega dell'Est, ora appartenenti a Dorothy, userà ogni malignità possibile per ottenerle. Nella prima parte del film, quando la strega scopre che Dorothy ha ucciso erroneamente la sorella e, proprio per questo, è diventata padrona delle scarpette, la sua risata tetra e di gusto maligno la dice veramente lunga su ciò che è disposta a fare per raggiungere il suo scopo.

2. Jack Torrance - Shining

Jack Nicholson e Joe Turkel in una scena di Shining
Jack Nicholson e Joe Turkel in una scena di Shining

Non sono pochi i segnali che identificano Jack Torrance come uno dei personaggi più folli mai visti. Tuttavia, in Shining, film di Stanley Kubrick del 1980, c'è una scena rivelatrice ed estremamente inquietante, specie per lo spettatore. Infatti, mentre la famiglia Torrance si trova all'Overlook Hotel, Jack, che ha accettato il lavoro di guardiano per il periodo invernale, decide di andare nella sala da ballo ed incontra un barista degli anni '20 con cui ha una conversazione. Proprio in questo frangente, c'è un'inquadratura in cui sembra che Jack stia guardando direttamente lo spettatore e poi comincia a ridere. Una risata molto breve ma intensa.

1. Gli oggetti - La casa 2

Evil Dead 2 La Casa 2 5
Il personaggio di Ash in La casa 2

C'è forse qualcosa di più inquietante degli oggetti che si animano all'improvviso e che si mettono a ridere? Questo, e molto di più, è quello che accade in La casa 2, pellicola diretta da Sam Raimi nel 1987 e secondo film della trilogia composta da La casa e L'armata delle tenebre. Dopo che Ash e la sua fidanzata Linda raggiungono una baita in mezzo ai boschi, il protagonista trova un libro mai visto prima, con copertina in pelle umana, con accanto un magnetofono.

Il funzionamento di questo strumento decreterà la fine della serenità: la voce registrata, appartenente ad un archeologo, ripete un'invocazione presente nel libro, il Necronomicon Ex-Mortis, richiamando una presenza demoniaca da incubo. Dopo che Ash si trova costretto ad uccidere la sua fidanzata poiché posseduta dalla presenza, gli oggetti nella cosa cominceranno ad animarsi e a ridere in maniera più che inquietante, arrivando a coinvolgere anche Ash stesso.