Nuvole, la recensione: su Disney + la storia vera di Zach Sobiech, la sua musica contro il cancro

La recensione di Nuvole, produzione originale Disney+ sulla storia commovente del 17enne Zach Sobiech che ha lasciato in eredità al mondo la sua musica prima di morire

RECENSIONE di 16/10/2020
Nuvole 2
Nuvole: Fin Argus in un'immagine

"Voglio che tutti sappiano: non bisogna scoprire di star morendo per iniziare a vivere". È con queste parole ispiratrici che iniziamo la recensione di Nuvole, film sulla storia vera del 17enne Zach Sobiech, che le ha pronunciate nel 2013, pochi mesi prima di morire per un osteosarcoma (tumore delle ossa). Nuvole arriva su Disney+ diretto da Justin Baldoni, lo stesso che aveva girato un piccolo documentario su Zach Sobiech nel 2012, entrando nel suo mondo e nella sua famiglia fatta da madre, padre, due sorelle, un fratello, una migliore amica e una fidanzata. Ispirato dal percorso di Zach, dal suo amore per la vita e per la musica, Justin Baldoni, già regista di un teen movie di successo del filone sick-lit, A un metro da te, realizza un film fedelissimo nelle ambientazioni, nei modi e nell'energia che emana, alla vera storia di Zach e così facendo in piena linea con un'idea Disney di teen movie, positivo e traspirante di uno sguardo al futuro pieno di possibilità.

Oltre a prendere spunto dal documentario di Justin Baldoni, Nuvole si basa anche su Fly a little higher, il libro di memorie di Laura Sobiech, nel film interpretata da Neve Campbell, e si concentra sull'ultimo anno di vita di Zach, quello della diagnosi di malattia terminale, in cui il ragazzo decide di dedicarsi totalmente a famiglia, amici e a costruire la sua eredità musicale, scrivendo, spesso con la sua migliore amica Samantha "Sammy" Brown, più canzoni originali possibili, tra cui l'hit Clouds, che dà il titolo originale al film. A contribuire alla potenza musicale del film, parte essenziale del racconto, le interpretazioni di Fin Argus e Sabrina Carpenter che, nel ruolo di Zach e della sua amica Sammy, portano sullo schermo la loro già doppia esperienza di attori e cantanti. Più di un feel-good movie che normalmente si limitano a commuovere, Nuvole fa venire tanta voglia di seguire quel famoso imperativo/consiglio che quasi nessuno rispetta: vivi ogni giorno come se fosse l'ultimo.

Un combattente

Nuvole 3
Nuvole: una scena del film con Sabrina Carpenter, Fin Argus

Scopriamo il carattere di Zach e la sua storia attraverso la sua voce e quelle che sembrerebbero frasi ad effetto, delle massime per catturare lo spettatore, se non fosse che quelle parole Zach le ha dette o scritte veramente. Mentre lo vediamo camminare con le stampelle, affaticato dal secondo ciclo di chemio che gli ha fatto perdere i capelli, di sé lui racconta di essere un combattente: "l_e cose che le altre persone danno per scontato, io devo lottare per averle. E io sto lottando_". Combatte a suon di chitarra e ironia Zach attirando così anche le attenzioni della ragazza che gli piace, Amy (Madison Iseman).

Nuvole 2
Nuvole: Fin Argus in un momento del film

Justin Baldoni sottolinea ogni piccolo aspetto del carattere di Zach, la sua instancabile resilienza. Il rituale di preparazione al primo appuntamento con Amy è rappresentativo del tono del film e dell'approccio del protagonista alla vita che si è abituato a vivere: vomito, lavaggio denti, ancora vomito, ri-lavaggio denti, profumo e camicia pulita. Si sorride molto ogni qualvolta Zach si prende in giro, prende la malattia a schiaffi a suon di autoironia.

I 10 film musicali da vedere su Disney+

Scontrarsi con la morte

Nuvole 3
Nuvole: Sabrina Carpenter in una scena del film

Si prende il suo tempo Nuvole, 121 minuti per l'esattezza, in quelle che si percepiscono come tre fasi del percorso di Zach. La più dolorosa è la seconda, quella della presa di coscienza della vita che sta per finire, lo scontro con la morte. Fare i piani per il ballo di fine anno e sapere che quell'esperienza probabilmente non la si potrà fare mai. Ascoltare una lezione intera su come scrivere il saggio per fare domanda al college con il volto segnato dallo sconforto per un futuro che non ci sarà. Con rabbia abbinata a delicatezza nei modi, segno che si racconta una persona vera e non una storia forzatamente positiva, Zach si interroga spesso sul perché di quello che gli sta succedendo, anche quando, costretto dalla mamma, è in pellegrinaggio con tutta la famiglia a Lourdes in cerca di un miracolo.

Nuvole 1
Nuvole: Sabrina Carpenter, Fin Argus durante una scena del film

L'eredità della musica

Nuvole 5
Nuvole: Fin Argus in una scena del film

Nuvole è un film che sembra una missione, quella che finalmente capisce di avere Zach: scrivere quante più canzoni possibili, non perdere più neanche un minuto per provare a lasciare un'eredità al mondo, la sua musica. Insieme alla sua amica-sorella Sammy, registra video su youtube in cui duettano su brani inediti con chitarra, percussioni e ogni tanto un ukulele. Quando la musica ti scoppia dentro e vuole uscire, prima o poi, se ci aggiungi anche il talento e la passione, una canzone che colpisce gli altri arriva sempre. Nasce così Clouds, tutt'oggi il brano più ascoltato e scaricato di Zobiech che gli ha permesso di diventare in breve tempo un autore affermato, un cantautore conosciuto e indimenticato dai più giovani e anche fondatore di una associazione a sostegno della ricerca contro il tumore osseo, l'osteosarcoma.

Nuvole 5
Nuvole: Fin Argus in una scena del film

Justin Baldoni fa leva sul coming of age, sul teen movie, il sick lit movie e sul film musicale ma, a differenza di film meno riusciti, riesce a non generalizzare perché ha a suo favore la lezione insegnata e appresa da Zach: cercare di fare il meglio che possiamo con il tempo che abbiamo a disposizione. "A nessuno di noi è garantito che ci sarà un domani, ci auguriamo solo che sia lì" dice ad un certo punto la mamma di Zach riflettendo sull'attitudine con cui ognuno di noi dovrebbe pensare al futuro. Parlava agli adolescenti Zach Sobiech nel documentario sulla sua vita nel 2012, con la nostalgia di quel che non ci sarà mai ma con una voglia di vita che bastava per mille. Parla ancora attraverso la sua canzone, la hit Clouds e Nuvole assolve al suo compito, due ore commoventi, in pieno spirito positivo Disney che ti coccolano un po' con le ballate acustiche voce e chitarra. A completare il quadro, i titoli di coda con le immagini di Zach e la sua famiglia.

Conclusioni

A fine recensione di Nuvole, confermiamo l’energia positiva che il film riesce a trasmettere, una voglia di vivere e di darsi da fare che sconfigge cinismo e retorica proprio perché tratto da una storia vera e fedele all’ultimo anno di vita di Zach Sobiech, come da lui raccontato. La vita di Zach Sobiech, la sua resilienza e la sua musica sposano in pieno lo spirito del feel good movie targato Disney e Nuvole diventa un film perfetto per affrontare l’autunno e l’inverno con tanti e doverosi progetti per il futuro.

Movieplayer.it

3.5/5

Voto medio

4.2/5

Perché ci piace

  • Possiede l'energia positiva della storia di vita di Zach Sobiech.
  • La colonna sonora è una confortevole ballata acustica.
  • Le interpretazioni di Fin Argus e Sabrina Carpenter sono ottime dal punto di vista attoriale e musicale.

Cosa non va

  • Anche se il “carpe diem” del film è la lezione che ha imparato Zach Sobiech, rischia di ovattare i sentimenti più estremi che fanno parte della malattia.
  • La rabbia nel film sembra sempre troppo poca rispetto alla morte imminente.