Tom Cruise, la sua prima manager rivela: "Era ossessionato dal suo aspetto e aveva delle esigenze assurde"

Eileen Berlin, la prima manager di Tom Cruise, ha recentemente rivelato: 'Tommy era ossessionato dal suo aspetto sin da quando era un ragazzo e aveva delle esigenze assurde'.

NOTIZIA di 19/02/2022

Tom Cruise, secondo quanto riferito al DailyMail.com dalla sua prima manager, Eileen Berlin, alla tenera età di 18 anni cercava disperatamente di raggiungere il successo, era ossessionato dal suo aspetto e aveva già delle esigenze eccentriche e piuttosto assurde.

Berlin, che oggi ha 86 anni, ha reso pubbliche le foto che ha scattato a Cruise durante il periodo di quattro anni in cui dice di essere stata una sorta di madre surrogata per lo straordinariamente talentoso e travagliato attore che in seguito sarebbe diventato la stella più pagata di Hollywood.

Per quanto concerne il suo aspetto fisico e le recenti indiscrezioni relative ad alcuni interventi di chirurgia plastica, la manager ha rivelato che Cruise era molto insicuro riguardo alla sua altezza ed al suo aspetto sin da quando era un ragazzo e che una volta passò un'intera giornata a sperimentare le pose per il suo primo servizio fotografico.

"Ho visto molti lati di Tommy ma quello che non ho mai visto è una vera dimostrazione di felicità. Era sempre molto, molto ambizioso, molto, molto determinato a diventare una star. E questo lo ha reso un perfezionista." Ha spiegato Eileen Berlin. "All'epoca stava cercando di mantenersi lavorando come cameriere, non guadagnava abbastanza per affittare una casa, quindi gli abbiamo detto che poteva trasferirsi nel nostro appartamento. Nostro figlio era al college, quindi abbiamo dato a Tommy la sua stanza e quando aveva bisogno di una macchina guidava la Cadillac blu di mio marito."

"Ricordo che si preoccupava per la sua altezza, credeva di essere troppo basso, gli piacevano le scarpe lo facevano sembrare più alto. Quando ottenne il suo ruolo in Risky Business - Fuori i vecchi... i figli ballano iniziò a chiedere cose assurde, voleva solo voli in prima classe, hotel di lusso e il camerino migliore di tutti", ha concluso la prima manager di Tom Cruise.