The Counselor - Il procuratore: la scena con Brad Pitt giudicata "troppo violenta" dalla censura

La scena della morte di Brad Pitt in The Counselor - Il procuratore fu ritenuta troppo violenta dall'Organizzazione americana dei produttori cinematografici.

NOTIZIA di 06/10/2020

La scena della morte sul marciapiede di Westray, magistralmente interpretato da Brad Pitt in The Counselor - Il procuratore, fu ampiamente ridimensionata perché giudicata "troppo violenta" dall'Organizzazione americana dei produttori cinematografici. La scena completa può essere vista nella versione integrale, non censurata, della pellicola.

Nella versione estesa del film si può vedere la scena in cui la testa decapitata di Pitt cade in una strada di Londra, poi viene appoggiata delicatamente sul suo corpo da un operatore di emergenza, persino il regista, Ridley Scott ha osservato: "A pensarci bene sono davvero felice di averla tolta dal film."

The Counselor - Il procuratore: Brad Pitt e Michael Fassbender in una scena del film
The Counselor - Il procuratore: Brad Pitt e Michael Fassbender in una scena del film

Scott Foundas, critico di Variety, ha scritto un pezzo in cui paragona la pellicola a Point Blank di John Boorman e la sceneggiatura al lavoro di David Mamet, Harold Pinter e Quentin Tarantino. Foundas scrive: "Il film è audace ed emozionante, i film americani mainstream raramente sono così; devo dire che perfino le scene cancellate, come quella di Pitt, hanno una marcia in più".

Su Rotten Tomatoes The Counselor - Il procuratore ha un indice di gradimento del 34% basato su 210 recensioni, con una valutazione media di 4,91 / 10. Il consenso critico del sito recita: "_La pellicola crea altissime aspettative con il suo cast talentoso ma poi le sovverte con un thriller prolisso e goffo, a corto di suspense e di tensione". _