Stephen King sostiene l'Ucraina con una foto su Twitter: "Oggi faccio un'eccezione"

Stephen King ha pubblicato su Twitter una sua foto per sostenere l'Ucraina: lo scrittore, in un altro post, ha definito Putin uno stupido.

NOTIZIA di 01/03/2022

Stephen King si è schierato apertamente a favore dell'Ucraina: lo scrittore ha pubblicato su Twitter una sua rara foto in cui indossa una maglietta a sostegno di Kiev. King ha sottolineato che non ama pubblicare sue fotografie, ma che 'oggi è un'eccezione'.

Autore di decine di libri di successo, Stephen King ha un profilo Twitter che vanta 6 milioni e 600mila follower. Con i suoi fan lo scrittore parla di tutto: musica, film, serie tv e spesso anche di politica. In queste ultime ore, Stephen ha voluto esprimere la sua solidarietà all'Ucraina facendo una cosa molto rara, ovvero pubblicando una sua foto sul social.

L'immagine scelta dallo scrittore lo mostra in piedi, accanto a uno scaffale della libreria, con indosso una maglietta con lo slogan "Io sto con l'Ucraina". Nella caption King ha sottolineato la rarità dell'evento: "solitamente non pubblico foto di me stesso, ma oggi è un'eccezione". La foto arriva dopo giorni in cui, l'autore della serie di romanzi La torre nera, ha condiviso molti post contro l'invasore russo. Il giorno prima di pubblicare la sua foto, King ha twittato: "Per la prima volta nella sua lunga e famigerata carriera, Putin sembra stupido. Deve essere uno shock per lui".

Il 24 febbraio, riferendosi sempre alla situazione tra Russia e Ucraina, lo scrittore aveva scritto "Quello che la maggior parte di noi ha imparato da bambini al parco giochi: non stai a guardare mentre un bambino grande picchia un bambino più piccolo. Potresti prendere un pugno o due per far smettere il ragazzo più grande, ma è la cosa giusta da fare".

Il sostegno di Stephen King arriva mentre l'industria cinematografica di Hollywood sembra prendere posizione sulla guerra: la Disney ha annunciato che il film Red della Pixar non sarà distribuito nelle sale cinematografiche russe. Anche la Warner Bros. ha deciso che The Batman, e altre pellicole di prossima uscita, non saranno proiettate a Mosca e in tutto il paese.