Rambo, Quentin Tarantino vuole Adam Driver in un remake del film

Quentin Tarantino vedrebbe molto bene Adam Driver nei panni di John Rambo in un remake del film del 1982 che possa essere più fedele al romanzo di partenza.

NOTIZIA di 31/07/2021

Quentin Tarantino ha espresso interesse nei confronti di un remake di Rambo interpretato da Adam Driver. Nell'immaginazione del regista di Pulp Fiction, il remake sarebbe ben più fedele al romanzo rispetto a quanto lo sia stato il progetto del 1982. A interpretare lo sceriffo Teasle sarebbe Kurt Russell.

Sylvester Stallone in una scena di Rambo
Sylvester Stallone in una scena di Rambo

Probabilmente un film del genere non vedrà mai la luce. Nonostante ciò, però, è innegabile che l'intuizione di Quentin Tarantino di vedere Adam Driver nei panni di John Rambo in un remake di Rambo sia molto interessante. Come riportato da Movie Web, nel corso di una recente intervista, il regista di Pulp Fiction ha parlato di Rambo e ha dichiarato: "Se volessi realizzare un buon film, proverei a concentrarmi sul romanzo di David Morrell. Non parlo di Rambo ma del romanzo di partenza. Proverei a coinvolgere Adam Driver nei panni di John e Kurt Russell. I dialoghi di David Morrell sono davvero brillanti! Se volessi fare un buon film, partirei da questo romanzo. Ma, per adesso, non voglio fare semplicemente un buon film".

Annette 4
Annette: Adam Driver in una scena del film

Primo sangue di David Morrell è stato pubblicato nel 1972 ed è poco conosciuto, a maggior ragione se paragonato all'immenso successo ottenuto dal film con Sylvester Stallone. Quentin Tarantino ha spesso parlato del suo ritiro successivo al decimo film. Sembra poco probabile, quindi, che il suo ultimo progetto possa essere proprio questo. A quanto pare, il remake di Rambo entrerà a far parte del limbo dei What If?.

Primo sangue ha dato vita a un franchise di cinque film in grado di incassare poco più di 800 milioni di dollari in tutto il mondo. Sylvester Stallone è tornato a interpretare John Rambo in Rambo: Last Blood nel 2019, film poco apprezzato dalla critica. Adesso che uno dei maggiori registi contemporanei ha espresso interesse nei confronti di questo remake, Hollywood potrebbe convincersi a dargli carta bianca?