Predator, Arnold Schwarzenegger: "Fare la luna di miele con mia moglie sul set del film fu un errore"

Arnold Schwarzenegger ricorda l'errore fatale commesso dopo il matrimonio: portare la moglie in luna di miele sul set messicano di Predator.

NOTIZIA di 14/06/2022

Dopo l'esperienza della luna di miele con l'ex moglie Maria Shriver sul set messicaano del suo hit Predator, Arnold Schwarzenegger ha imparato a separare la vita privata da quella professionale. Il divo ricorda ancora oggi l'errore commesso.

Pred5
Pred5

All'epoca Arnold Schwarzenegger era all'apice del successo con pellicole come Terminator (1984) e Commando (1985), e aveva appena sposato la giornalista Maria Shriver, membro della famiglia Kennedy. L'attore aveva conosciuto Maria tramite Tom Brokaw a un torneo di tennis per beneficenza e i due si erano sposato il 26 aprile 1986 a Cape Cod, Massachussets.

Schwarzenegger era nel bel mezzo delle riprese di Predator nella giungla del Messico in quel momento, dove interpretava un veterano del Vietnam la cui squadra di soccorso militare è braccata da un feroce alieno. L'attore ebbe l'idea di portare la moglie a Mismaloya, la baia boscosa sulla costa occidentale del Messico come parte della loro luna di miele. Ma l'idea si rivelò tutt'altro che vincente.

"È stato un un errore", ha rivelato Schwarzenegger durante un'intervista con Role Recall del 2015.

"La prima notte, Maria ed io siamo ci registrati in una stanza d'albergo e lei voleva fare una doccia. Così ha aperto la tenda e l'intera vasca da bagno era piena di rane che saltavano qua e là. È andata fuori di testa. Quella fu la fine dell'idea della luna di miele".

Schwarzenegger e Maria Shriver hanno avuto quattro figli insieme prima di separarsi nel 2011 e finalizzare il divorzio nel 2021.

Predator: il nuovo trailer del film prequel Prey svela i personaggi e nuovi gadget

Il fallimento della luna di miele è stato solo uno dei tanti problemi incontrati durante le riprese di Predator, uscito 35 anni fa. I membri del cast, che includevano anche Carl Weathers, Bill Duke e Jesse Ventura, hanno sopportato le fredde temperature della giungla, il terreno accidentato e numerosi confronti con la Maledizione di Montezuma.

Un altro membro dello sfortunato cast era Jean-Claude Van Damme, che muoveva i primi passi a Hollywood dopo essere emigrato dal Belgio ed era stato ingaggiato per interpretare l'alieno mortale.

"Fu un incubo, perché il costume era fatto di gomma e faceva così caldo in Messico" ha dichiarato Van Damme a Yahoo nel 2019. "Le persone stavano svenendo senza costume e io ero lì dentro a sudare. E poi hanno messo una specie di tubo per l'aria condizionata. Faceva troppo freddo. Prima troppo caldo, poi troppo freddo".