Papa Francesco: oggi su Rai1 e TV2000 in diretta la Preghiera per la pace

Oggi su Rai1 e TV2000, dalle 17:15, in diretta da Piazza del Campidoglio e alla presenza di Sergio Mattarella, verrà trasmessa la Preghiera per la pace di Papa Francesco.

NOTIZIA di 20/10/2020

Papa Francesco sarà in diretta oggi su Rai1, dalle ore 17:15, e su TV200 dalle ore 16:20, per la Preghiera per la pace, che sarà trasmessa da Piazza del Campidoglio. L'evento vedrà la partecipazione dei leader delle diverse religioni e di alcuni rappresentanti delle istituzioni.

Roma diventa capitale della pace con l'incontro internazionale "Nessuno si salva da solo. Fraternità e Pace", trasmesso dalla RAI e a cura del Tg1 (che farà saltare l'appuntamento odierno con La vita in diretta). L'evento, il 34° promosso dalla Comunità di Sant'Egidio nello "spirito di Assisi", riunirà i leader delle diverse religioni e i rappresentanti delle istituzioni in una Preghiera per la Pace, un solenne momento di riflessione e di incontro, che vuole essere un messaggio di speranza per il futuro.

Durante la cerimonia finale prenderanno la parola il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il fondatore della Comunità di Sant'Egidio, Andrea Riccardi e, con un videomessaggio, la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen. Presenti, tra gli altri, anche i ministri dell'Interno e degli Esteri italiani, Luciana Lamorgese e Luigi Di Maio. A seguire, gli interventi del patriarca di Costantinopoli, Bartolomeo I, del rabbino Capo di Francia, Haïm Korsia, del segretario generale del Comitato Superiore della Fraternità Umana (Islam), Mohamed Abdelsalam Abdellatif, del buddista Shoten Minegishi e, in chiusura, di Papa Francesco.

La cerimonia proseguirà poi con un minuto di silenzio in memoria delle vittime del virus e di tutte le guerre, la lettura dell'appello di pace 2020, che verrà consegnato da un gruppo di bambini agli ambasciatori e ai rappresentanti della politica nazionale e internazionale e l'accensione del candelabro della pace da parte di Papa Francesco.