Non mentire: la terza e ultima puntata stasera su Canale5

Non mentire, la miniserie con Alessandro Preziosi e Greta Scarano, torna stasera alle 21:20 su Canale 5 con la terza e ultima puntata.

NOTIZIA di 03/03/2019

Non mentire, la miniserie con Alessandro Preziosi e Greta Scarano, torna stasera su Canale5 alle 21:20 con la terza e ultima puntata. La scorsa settimana, con la seconda puntata, la fiction aveva battuto anche la concorrenza di Fabio Fazio su Rai1, con una media di 3,2 milioni di spettatori e il 14.1% di share.

Non Mentire 3
Non Mentire: Alessandro Preziosi, Duccio Camerini e e Claudia Potenza in una scena

Non mentire, con Greta Scarano e Alessandro Preziosi, racconta di uno stupro ai danni di Laura, insegnante in un liceo di Torino, da parte di Andrea Molinari, stimato chirurgo e padre di uno dei suoi studenti. L'uomo è stato da lei indicato come il sicuro colpevole ma si professa innocente: da che parte sta la verità? "Il contenuto della fiction è la verità" ha commentato Alessandro Preziosi. "La verità è il tema centrale della nostra epoca. E a questo proposito non posso non menzionare quello che sta accadendo sulle nostre coste". Il vicedirettore di Canale5, Carlo Panzeri, ha raccontato: "C'è una grande potenza dell'impianto narrativo vero-falso, non si riesce a capire chi dice la verità e chi mente, è richiesto uno sforzo allo spettatore".

La trama della terza puntata troverà Laura (Greta Scarano) in una situazione sempre più difficile: Tommaso (Matteo Martari) è stato sospeso dall'incarico solo per aver cercato di aiutarla, il rapporto con Caterina (Fiorenza Pieri), sua sorella, si fa sempre più teso dopo la scoperta della relazione con il suo ex. Nel frattempo Vanessa (Claudia Potenza) si convince della versione di Laura e crede che Andrea (Alessandro Preziosi) sia uno stupratore seriale, che abbia drogato Laura come le precedenti vittime, purtroppo non ha prove per dimostrarlo. Laura cerca di tendere una trappola ad Andrea ma non riesce a incastrarlo: il chirurgo si sente già libero da ogni accusa ma non sa che c'è qualcuno, alle sue spalle, che sta tramando per aiutare l'insegnante in forte difficoltà.