Facebook

Netflix: il Coronavirus potrebbe creare seri problemi alla piattaforma streaming

La pandemia di Coronavirus potrebbe causare problemi anche al colosso dello streaming Netflix, secondo una recente analisi stimata in questi giorni.

Netflix potrebbe essere una delle compagnie che non saranno esenti dai problemi dovuti al mercato finanziario in difficoltà, a causa della pandemia di Coronavirus che si è diffusa in tutto il mondo.

Nonostante al momento le sua azioni siano positive, in quanto l'isolamento forzato porterà gli utenti a usufruire parecchio dei servizi di Netflix e molti analisti ritengono che aziende come questa, che contano sulle persone che vivono in casa, vedranno effettivamente guadagni significativi nelle prossime settimane. Ma, secondo l'analisi di Needham Laura Martin pubblicata martedì per Yahoo! Finanza, Netflix vedrà un calo delle sue performance finanziarie nei prossimi mesi: "Dato che Netflix era già saturo negli Stati Uniti con oltre 61 milioni di abbonati nazionali al 31 dicembre, è improbabile che con il COVID-19 si aggiungano nuovi abbonati negli USA"

Il servizio di streaming, secondo questa recente analisi, non sarà esente dal mercato in difficoltà, come molti altri hanno previsto. Sostiene che la società si trova ad affrontare la minaccia di perdere abbonati internazionali, nonché potenziali contanti.

32 film da vedere su Netflix

Come spiega l'analista Martin, Netflix ha rifiutato di assumere un modello di business basato sulla pubblicità, nonostante l'ampia speculazione degli investitori mentre un numero maggiore di concorrenti ha aderito a questo modello. Questa decisione impedisce a Netflix di capitalizzare un aumento del numero di spettatori che potrebbe insorgere con l'aumentare del distanziamento sociale provocato dall'epidemia di Coronavirus.

Needham Laura Martin si è anche soffermata sulla situazione italiana, dove l'isolamento è già attivo da qualche giorno: "L'Italia ha appena messo in quarantena l'intero paese, il che implica che milioni di dipendenti non lavoreranno e probabilmente non verranno pagati, inoltre i viaggi a livello globale sono diminuiti precipitosamente. Poiché Netflix è un lusso, supponiamo che la crisi internazionale aumenterà e la crescita delle entrate offshore rallenterà fino al ritiro di COVID-19".