Morto Charles Manson, l'assassino di Sharon Tate. Su di lui nuovo film di Tarantino

Uno dei volti più iconici del male, Manson aveva 83 anni e nel 1969, fece uccidere diverse persone tra cui la diva Sharon Tate, moglie di Roman Polanski. Quentin Tarantino è al lavoro su un film che racconterà anche le sue gesta sullo sfondo del 1969.

Charles Manson è morto nelle prime ore del mattino in un ospedale di Bakersfield, in California, dove era ricoverato da tempo, ma il suo volto sarà difficilmente dimenticato. Gli occhi scuri e arrossati, lo sguardo spiritato e la svastica tatuata tra le folte sopracciglia che riempiono i primi piani di tante foto segnaletiche che abbiamo visto "invecchiare" nel corso degli anni, sono quelli di uno dei volti del Male, tra i più iconici della storia recente.

Un ritratto di Sharon Tate

Dopo un'infanzia e un'adolescenza che definire "difficili" sarebbe un'eufemismo, sul finire degli anni '60 Manson raccolse intorno a sé alcuni giovani e riuscì ad affascinarli grazie alle sue capacità oratorie e alla musica. Alla fine gli accoliti di quest'uomo che sosteneva di essere la reincarnazione di Satana e Cristo insieme diventarono una cinquantina. Nell'agosto del '69, gli adepti dell'uomo che sognava ossessivamente di diventare una star della musica fecero irruzione nella villa in cui Sharon Tate era riunita con alcuni amici. L'attrice, moglie di Roman Polanski, incinta all'ottavo mese, fu massacrata insieme ad altre tre persone. Il giorno seguente Manson e i suoi uccisero in maniera efferata l'imprenditore Leno LaBianca e sua moglie Rosemary.

Leggi anche: Da Sharon Tate a Heath Ledger, le vite spezzate di Hollywood

Non si contano le opere cinematografiche e televisive che hanno preso spunto dai delitti di Charles Manson - una delle più recenti è la serie tv Aquarius - e a breve arriverà anche il prossimo film di Quentin Tarantino che racconterà il 1969 e le vicende della Manson Family. Anche la rockstar Marilyn Manson si è ispirata a due icone americane, Marilyn Monroe e Charles Manson, appunto, per il suo nome d'arte. Un'icona del male che più di altre, forse anche per il suo forte legame con lo showbiz, ha continuato a ispirare la fantasia di autori e artisti.

Morto Charles Manson, l'assassino di Sharon Tate....
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Film maledetti: da Poltergeist a Il Corvo, dieci storie da incubo
L'universo di Quentin Tarantino: Guida ai collegamenti tra i suoi film