Facebook

Mercoledì, Gwendoline Christie "Per la prima volta mi sono sentita bella sullo schermo"

Gwendoline Christie, interprete del preside della scuola soprannaturale Nevermore Academy nella serie Mercoledì, ha rivelato di esseri sentita per la prima volta bella grazie al lavoro della costumista e dei truccatori.

Mercoledì, Gwendoline Christie "Per la prima volta mi sono sentita bella sullo schermo"

Da pochi giorni arrivata su Netflix, Mercoledì ha segnato il debutto di Jenna Ortega nei panni della picola della famiglia Addams, ormai adolescente, alle prese con la sua identità e con un mondo che ritiene avverso. Nel cast spicca Gwendoline Christie nei panni di Larissa Weems, preside della scuola soprannaturale Nevermore Academy.

Proprio quest'ultima ha voluto elogiare la sua esperienza sul set in una recente intervista ai microfoni di Entertainment Weekly commeentando: "Tim Burton mi ha dato completa libertà creativa sul personaggio che dovevo interpretare ed è stata una grande opportunità da parte di un genio del cinema. Ma la mia più profonda gratitudine va a Tim e Colleen e al nostro team di parrucchieri e truccatori. Per la prima volta mi sono sentita davvero bella sullo schermo, è stato un grande onore lavorare con loro".

Mercoledì: svelate le misteriose location della serie Netflix di Tim Burton

Gwendoline Christie ha infatti rivelato di aver studiato l'essenza del suo personaggio assieme a Tim Burton e alla costumista, Colleen Atwood: "Continuava a venirmi l'idea che Larissa Weems fosse una persona emarginata, che frequentava una scuola per emarginati, che era sempre la seconda scelta e che era sempre nell'ombra di Morticia. Volevo una sorta di eroina alla Hitchcock, una sirena dello schermo che avrebbe guardato il cinema come un'incarnazione delle sue fantasie. Tim e Colleen hanno avuto la mia stessa idea".

In particolare, sono state due le eroine a cui Christie e compagnia hanno fatto maggiormente riferimento. "Stavamo guardando Tippi Hedren e Kim Novak. Volevo spingere quell'idea. Mi piace trasformarmi in personaggi e persone molto lontani da me e non sarei mai stata scritturata per questa parte. È stata un'opportunità per creare questo tipo di personaggio e per calarmi in quella sorta di personaggio impenetrabile e imperioso con un'idea classica di femminilità".

Qui trovate la nostra recensione di Mercoledì, disponibile su Netflix.