Matthew McConaughey: "Mio padre era manesco ma non lo biasimo"

Matthew McConaughey, durante la puntata di domenica di Che tempo che fa, ha rivelato a Fabio Fazio di aver avuto un padre manesco verso il quale non nutre però nessun tipo di rancore.

NOTIZIA di 28/04/2021

Matthew McConaughey, durante l'intervista di Che tempo che fa e nelle pagine del suo nuovo libro autobiografico intitolato Greenlights, ha definito suo padre un uomo manesco, svelando diversi aneddoti riguardanti la sua vita e soffermandosi spesso su ricordi d'infanzia.

Friedkin Uncut Matthew Mcconaughey
Friedkin Uncut - Un diavolo di regista: Matthew McConaughey in un'immagine del documentario

L'attore, d'altro canto, non nutre nessun rancore verso suo padre, come ha raccontato in un'intervista al Corriere della Sera: "Non giudico mio padre, anzi applaudo al modo in cui mi ha cresciuto. A modo suo, nel modo in cui sapeva trasmettere determinati valori ai suoi figli: fisico".

"Ricordo il dolore dei suoi manrovesci se gli dicevo bugie? No, non è il dolore che ricordo, ma ricordo la maschera di dolore che era il suo volto mentre si chiedeva se avesse fallito come padre per aver cresciuto un ragazzo che gli aveva appena mentito per quattro volte sul fatto di aver rubato o meno una pizza. È l'angoscia nel suo sguardo da 'cosa devo fare ora?' che mi ha fatto male, non la sberla! Io non uso i suoi metodi, ma insegno gli stessi valori: non dire bugie, non credere di poter fare qualsiasi cosa, accettare di avere dei problemi e non odiare." Ha concluso Matthew.

Durante l'intervista di Fabio Fazio, l'attore ha approfondito ulteriormente l'argomento, dichiarando: "Non so se sia una caratteristica dei texani, direi più una questione di generazioni: mia madre e mio padre si sono messi insieme e quello era il loro modo di comunicare, hanno deciso di comunicare con noi in un certo modo. Mia madre si è rotta il dito medio 3 volte perché colpiva la fronte di mio padre e alla fine lui gliel'ha rotto per sbaglio per la quarta volta. Ora mia madre ha 89 anni e vive ancora con noi e mi ripete che quello era il loro modo di comunicare e parlarsi, quindi io ho scelto di comunicare ed esprimermi in un modo diverso. Ho scelto di allevare i miei figli in un modo diverso, ma ammiro ancora i valori che papà e mamma cercavano di instillare in noi."

Serenity Lisola Dell Inganno 1
Serenity - L'isola dell'iganno: Matthew McConaughey in una sequenza del film

Matthew McConaughey ha concluso l'intervista definendo l'essere genitore 'il più bel lavoro del mondo': "I miei figli hanno 12, 11 e 8 anni e io penso che la paternità, l'essere genitore, sia il più bel lavoro del mondo, il più grande privilegio e la più grande responsabilità. Sono padre da 12 anni a questa parte, sono padre di 3 bambini, cerco di fare del mio meglio, di renderli indipendenti e autonomi, di fargli vivere il mondo in modo indipendente."