Man In The Dark 2: la sceneggiatura del sequel thriller è pronta!

L'ufficialità dell'arrivo di Man in the dark 2 è arrivata e il regista Fede Alvarez ha anche dichiarato che l'idea sarà completamente diversa dal primo capitolo...

NOTIZIA di 03/11/2018

Fede Alvarez ha dichiarato che Man In The Dark 2 ha già una sceneggiatura pronta e che è sua intenzione realizzare questo film, che sia in cabina di regia o meno.

Man in the Dark: Stephen Lang in una scena del film
Man in the Dark: Stephen Lang in una scena del film

Alvarez ha confermato che ha avuto l'idea per il sequel poco dopo l'uscita dell'originale nell'agosto del 2016. Sam Raimi, che ha prodotto il primo film, aveva dichiarato che fosse "la migliore idea di sempre per un secondo capitolo". Man in the Dark è stato un successo commerciale, avendo incassato quasi 160 milioni di dollari dopo una spesa inferiore ai 10.

Fede Alvarez ha parlato dei sequel di La casa e di Man in the dark durante un'intervista con MovieWeb, affermando che quest'ultimo è pronto a partire ed è creativamente davvero importante per lui:

"Il fatto che me ne occupi io non vuol dire che ne sarò il regista, magari farò da produttore. Sono idee, non c'è niente di ufficiale da annunciare. Abbiamo una sceneggiatura completa per Man in the dark 2, questa è l'unica differenza. Non abbiamo ancora niente per quanto riguarda La casa 2. Appena ho finito con Millennium, inizieremo a pensare a come portare il sequel sullo schermo, dipende anche dai tempi che ci daranno, sono molto contento di occuparmene perché è un sequel molto diverso. L'approccio è completamente diverso e ne sono elettrizzato."

Nel primo Man in the dark, in originale intitolato Don't breathe, assistiamo a quello che accade quando alcuni ragazzi si introducono nella casa di un uomo cieco per commettere un crimine. Considerando le condizioni del padrone di casa i giovani sono convinti che si tratterà di una passeggiata, ma le cose non andranno come previsto... Nel cast originale Dylan Minnette, Jane Levy, Stephen Lang, Daniel Zovatto, Sergej Onopko, Jane May Graves e Jon Donahue.