Facebook

Lucca Film Festival 2022: Giuseppe Tornatore, Peter Greenaway e Paolo Virzì tra gli ospiti

Tra gli ospiti del Lucca Film Festival 2022 Gaspar Noé, Giuseppe Tornatore, Paolo e Lina Taviani, Peter Greenaway e Saskia Boddeke, Paolo Virzì e Luca Miniero.

Tanti ospiti dal 23 settembre al 2 ottobre 2022, per il Lucca Film Festival 2022, uno degli eventi di punta del panorama culturale italiano, realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. interverranno, tra gli altri, Giuseppe Tornatore, Peter Greenaway e Paolo Virzì.

Eisenstein in Guanajuato: il regista Peter Greenaway a Berlino
Eisenstein in Guanajuato: il regista Peter Greenaway a Berlino

Un festival che prevede la presenza di grandi artisti del cinema, con Premi alla Carriera e Omaggi, proiezioni e masterclass. Per il primo anno, sarà consegnato il Premio Dante Alighieri Cinema Award. Un premio nato nel 2021 in occasione del 700° anniversario dalla morte del Sommo Poeta. Il premio sarà assegnato a un artista che riflette nella sua produzione delle scelte particolari volte ad aumentare la consapevolezza sociale e pubblica su molteplici questioni e ad accendere l'immaginazione del pubblico, ma che al contempo si immerga in modo peculiare nelle componenti dello sviluppo di un film e supporti l'ecosistema che circonda la sua creazione e cultura. Un artista che, insomma, rappresenti quindi l'eccellenza nelle arti. Il Premio Dante Alighieri Cinema Award 2022 sarà assegnato a Peter Greenaway. Il regista, sceneggiatore, montatore, pittore e scrittore gallese sarà protagonista di un incontro d'eccezione, domenica 2 ottobre, coordinato da Cristina Puccinelli che verterà sul suo progetto di girare il suo prossimo film a Lucca. L'incontro sarà seguito dalla proiezione de I misteri del giardino di Compton House, restaurato e proiettato a alla recente Mostra del Cinema di Venezia. Sarà anche proiettato il documentario The Peter Greenaway alphabet diretto dalla moglie, la regista Saskia Boddeke, ospite anch'essa del festival.

Venezia 2017: Paolo Virzì al photocall di Ella & John
Venezia 2017: Paolo Virzì al photocall di Ella & John

Oltre a Greenaway, tanti ospiti internazionali animeranno le giornate del festival. Tra questi, il regista, sceneggiatore, montatore e produttore argentino Gaspar Noé. Il regista di film quali Irréversible, Enter the Void e Love sarà protagonista di una retrospettiva dei suoi lungometraggi, curata dal giornalista Paolo Zelati e da Stefano Giorgi, della direzione-artisti del festival, in varie location della città e di una Masterclass, il prossimo 24 settembre al Cinema Astra, moderata da Paolo Zelati, seguita dalla consegna del Premio alla Carriera a lui dedicato. Altro ospite d'eccezione, il regista e sceneggiatore Paolo Virzì, che riceverà il Premio alla Carriera, così come il regista e sceneggiatore Premio Oscar Giuseppe Tornatore, che sarà protagonista di una serata organizzata da Cristina Puccinelli con un incontro dedicato a Ennio Morricone (che ha diretto il suo ultimo concerto proprio a Lucca). Per l'occasione suoneranno alcuni elementi dell'Orchestra del Conservatorio Boccherini e, a seguire, la proiezione del documentario Ennio.

I concorsi, come di consueto, si dividono in lungometraggi e cortometraggi. Entrambe le sezioni avranno 4 giurie: una giuria di professionisti internazionali dell'audiovisivo (che assegnerà per entrambe un premio di 3mila euro al miglior film), una giuria popolare, una giuria universitaria e una giuria stampa. Tra le novità introdotte lo scorso anno, la giuria stampa, formata da esperti del mondo della stampa e della comunicazione, che avrà il compito di assegnare il premio "Marcello Petrozziello", dedicato al noto giornalista lucchese scomparso e grande comunicatore, coordinatore dell'Ufficio Stampa e relazioni esterne di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Tra le anteprime, la proiezione coordinata da Cristina Puccinelli, del lungometraggio Spaccaossa di Vincenzo Pirrotta, distribuito da Luce Cinecittà, che vedrà ospite in sala Salvo Ficarra.

Dodici i lungometraggi in concorso selezionati da Stefano Giorgi e Martino Martinelli, tutti in anteprima italiana. Una selezione che coinvolge 13 nazioni produttrici, per 7 opere prime, che abbracciano una molteplicità di generi, linguaggi e contenuti, puntando come ogni anno a valorizzare le opere dei nuovi talenti internazionali del mondo del cinema. Il Premio come Miglior Film, del valore di 3mila euro verrà conferito da una giuria composta da: Lina Nerli Taviani, Claudio Cupellini, David Riondino e Andrea Sartoretti.

Ennio 5
Ennio: Ennio Morricone in una foto

Film provenienti dai festival internazionali più importanti, da Cannes al Sundance, passando per Berlino, Rotterdam, Slamdance, Karlovy Vary e molti altri, ma con un occhio sempre attento anche alle produzioni più indipendenti. Dal canadese Tenzin di Joshua Reichman e Michael LeBlanc all'argentino Seven Dogs di Rodrigo Guerrero, passando per il russo White Whale di Tatiana Fedorovskaya allo statunitense Hannah ha ha, girato a quattro mani da Jordan Tetewsky e Joshua Pikovksy, al francese Tropic of Violence, esordio alla regia di Manuel Schapira, che sarà ospite del festival, passando per il franco-messicano Dos Estaciones di Juan Pablo González, per il messico-argentino Robe of Gems di Natalia López Gallardo, il nippo-francese Yamabuki, di Juichiro Yamasaki, quindi Maya Nilo (Laura), produzione da Svezia, Belgio e Finlandia diretto da Lovisa Sirén, il portoghese Remains of the Wind di Tiago Guedes - che sarà ospite del festival - , il norvegese Sick of myself di Kristoffer Borgli e il ceco Borders of love di Tomasz Wiński.

La Sezione "Lucca Effetto Cinema", con la direzione artistica di Irene Passaglia e Cristina Puccinelli, racchiude tutti gli eventi performativi e presenta, come ogni anno, una speciale serata dove vengono coinvolte decine di compagnie di teatro e di danza, ognuna delle quali produce una performance in omaggio ad un film in abbinamento ad un locale pubblico del centro storico. La prima notte della sezione, dopo due anni di pandemia avrà luogo l'1 ottobre. La giuria dell'edizione 2022 assegnerà il premio Miglior performance e all'artista vincitore sarà corrisposto un premio di 500 euro, seguirà poi il premio come Miglior Scenografia dedicata ai pubblici esercizi. In questa edizione saranno coinvolti anche i negozianti del centro storico, in collaborazione con Confcommercio di Lucca, Massa e Carrara, già pronti ad accogliere un'interessante iniziativa: nelle settimane precedenti all'inizio dell'evento del Lucca Film Festival, all'interno dei negozi che prendono parte all'iniziativa, i clienti potranno trovare un qr code con cui iscriversi per partecipare al contest, che prevede come premi: l'aperitivo con guest star, la partecipazione gratuita al corso di Storia del Cinema online, tenuto dal docente Nicola Borrelli e il catalogo del Lucca Film Festival 2022. Il vincitore permetterà al proprio negoziante di fiducia, di ottenere a sua volta, il premio vinto.

Quindi, i film presentati nella sezione 'Fuori Concorso'. In anteprima italiana i ritmi di Cuba risuonano in 'Soy Cubana', diretto a quattro mani da Jeremy Ungar e Ivaylo Getov, che racconta dell'ensemble femminile a cappella Le Vocal Vidas, proveniente da Santiago de Cuba, la culla della musica afrocubana. Nel 2017 vengono invitate a esibirsi per la prima volta negli Stati Uniti, proprio quando le relazioni diplomatiche tra quest'ultimi e Cuba iniziano a concludersi. Sulla strada verso Los Angeles, cantando in ristoranti e jazz club e preparandosi per il loro più grande concerto di sempre, di fronte a 4mila persone, il viaggio assume le sembianze di una storia tra due culture, geograficamente vicine, ma ideologicamente diverse, che cominciano a riconnettersi di fronte all'incertezza internazionale. L'Italia è presente con la commedia Tutti a bordo, diretta da Luca Miniero, ospite del festival, interpretata da Stefano Fresi, Giovanni Storti e Carlo Buccirosso, distribuita nelle sale da Medusa. Quindi, altra anteprima italiana, Une femme du monde, distribuito da I Wonder Pictures, scritto e diretto da Cécile Ducrocq, con Laure Calamy, nei panni di una donna indipendente e militante e della sua lotta per vivere, crescendo da sola un figlio.

Per la Sezione "Mostre" il Lucca Film Festival propone - presso palazzo Pfanner a Lucca - la mostra del pittore pisano Marcello Scarselli, dal titolo 'Good Morning Taviani', dedicata al cinema dei Fratelli Taviani. Per l'occasione sarà ospite Paolo Taviani, già al festival nel 2007 e nel 2019, quando fu premiato per mano di Alfonso Cuaron con la Medaglia Fellini dell'Unesco.
Programma e informazioni su: www.luccafilmfestival.it.