Lilli e il Vagabondo: Disney censura la canzone razzista per il live-action

In occasione del remake live-action di Lilli e il Vagabondo, Disney ha deciso di censurare i Gatti Siamesi per il testo della loro canzone ritenuta razzista.

NOTIZIA di 12/05/2019

La Disney sta lavorando al remake live-action di Lilli e il Vagabondo su cui a quanto pare si è già abbattuta la censura: secondo Variety la canzone razzista cantata dai Gatti Siamesi sarà riscritta e all'arduo compito è stata chiamata Janelle Monáe.

Sembra che nelle ultime settimane l'etichetta della Monáe sia stata contattata dalla Disney per l'ideazione (con relativa interpretazione) di diversi pezzi, ma uno dei compiti più gravosi sarebbe proprio la riscrittura della canzone razzista del classico del 1955, interpretata dai Gatti Siamesi, rea di diffondere stereotipi ingiuriosi contro gli asiatici. Variety riporta anche che Disney avrebbe in programma di sostituire gli stessi due personaggi ma non è dato al momento sapere con quali altri animali. Nell'originale Lilli e il vagabondo la canzone era interpretata da Peggy Lee, che doppiava entrambe le voci dei gatti Si e Am.

La decisione è in linea con la volontà già manifestata di non inserire nel catalogo del servizio Disney+ per esempio I racconti dello zio Tom, lungometraggio del 1946, per la sua visione della comunità afroamericana. La Disney si è riservata anche la facoltà di tagliare scene ritenute non in linea con la sensibilità contemporanea dai suoi classici più datati, come quella di Jim Corvo nel lungometraggio Dumbo del 1941.

Disney ha annunciato un remake live-action del film nel 2018, con Tessa Thompson a doppiare Lilli e Justin Theroux nella parte di Biagio il vagabondo. Diretto Charlie Bean, il film sarà distribuito in esclusiva su Disney Plus, il nuovo servizio di streaming che verrà lanciato negli Stati Uniti a novembre.