Leonardo DiCaprio: "Abbiamo solo 9 anni per provare a fermare i cambiamenti climatici"

Il premio Oscar Leonardo DiCaprio sostiene da molti anni l'importanza di lottare contro i cambiamenti climatici e ha ora ricordato che il tempo a disposizione non è molto.

NOTIZIA di 18/01/2022

Leonardo DiCaprio, attualmente star di Don't Look Up, è tornato a parlare del suo impegno per combattere contro i cambiamenti climatici, obiettivo per cui ha creato ormai 20 anni fa una fondazione.
L'attore ha inoltre partecipato a numerosi incontri politici dove ha avuto occasione di confrontarsi e parlare con molti leader mondiali.

Dont Look Up 3
Don't Look Up: Leonardo DiCaprio durante una scena

In un'intervista rilasciata a Deadline, Leonardo DiCaprio ha sottolineato: "Credo ci sia molta preoccupazione a livello mondiale per il fatto che chi detiene il potere - che si tratti del settore privato o dei governi - non sta effettuando abbastanza velocemente la transizione. Abbiamo letteralmente nove anni a disposizione".
Il premio Oscar ha quindi sottolineato che Don't Look Up non si allontana di molto dalla realtà caratterizzata da falsi scienziati assunti dalle compagnie petrolifere, menzogne e tentativi di distogliere l'attenzione dai fatti che dimostrano gli effetti negativi del rilascio dei combustibili fossili nell'atmosfera.

DiCaprio ha proseguito ricordando: "C'è stato un periodo durante il quale veniva data la responsabilità ai singoli individui insistendo sul fatto che dovrebbero riciclare, comprare auto ibride e cambiare la propria vita. Tutti aspetti incredibilmente importanti. Ma quando si inizia ad analizzare la questione, ci si rende conto che ci sono 100 aziende che stanno producendo il 70% delle emissioni a livello mondiale. Ci sono enormi industrie che stanno inquinando la nostra atmosfera e il settore privato deve farsi avanti per risolvere il problema. I nostri governi, a livello mondiale, devono collaborare insieme e dobbiamo evolverci per affrontare questo problema".

L'attore ha quindi ribadito che gli individui devono essere coinvolti, votare per persone per le quali questa tematica è importante e tenere seriamente in considerazione la scienza, oltre a dover obbligare i leader ad ascoltare gli esperti.

Leonardo DiCaprio ha poi sottolineato che i nove anni che abbiamo a disposizione è la stima fatta dagli scienziati tenendo in considerazione l'evolversi della situazione. Al termine di questo periodo ci saranno delle conseguenze quasi sicuramente irreparabili sull'ecosistema: "Non stiamo nemmeno sentendo il vero impatto del cambiamento climatico e i nostri oceani si stanno riscaldando a livelli record. Ogni anno diventa sempre più caldo rispetto al precedente, e non è un fenomeno che sembra destinato a fermarsi. Non assisteremo alla fine di questo problema se non agiamo".

L'attore ha ribadito: "Dobbiamo agire in modo importante come se fosse la seconda Guerra Mondiale. Sento molte persone che dicono che la tecnologia risolverà la situazione, ma sta per scadere il tempo. Abbiamo delle risposte grazie alle energie rinnovabili e dei modi per compiere la transizione, ma il settore privato e i governi mondiali devono collaborare. E noi, le persone, dobbiamo fare in modo che questo problema sia tra i due problemi più importanti da affrontare. Quando dico che l'aumento delle temperature porta a un maggiore riscaldamento, significa proprio questo. Non migliorerà in nessun modo. Può solo peggiorare".

DiCaprio ha quindi spiegato che film come Don't Look Up sono particolarmente importanti per sensibilizzare l'opinione pubblica perché fanno riflettere sulle priorità dei mezzi di comunicazione e spinge a parlare di tematiche che dovrebbero essere discusse quotidianamente per trovare una soluzione.