Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese hanno consultato i capi Osage per Killers of Flower Moon

Durante la lavorazione di Killers of the Flower Moon, Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese hanno deciso di parlare e discutere con alcuni capi della comunità di nativi americani Osage.

NOTIZIA di 27/02/2021

La perfezione caratterizza da sempre il lavoro di Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese. A confermare ulteriormente questa certezza è intervenuto un report di Osage News secondo cui il celebre attore e il regista di Taxi Driver hanno consultato alcuni leader degli Osage, una comunità di nativi americani, prima di girare il loro Killers of the Flower Moon.

The Wolf of Wall Street: Leonardo DiCaprio ascolta i consigli di Martin Scorsese
The Wolf of Wall Street: Leonardo DiCaprio ascolta i consigli di Martin Scorsese

Secondo quanto riportato dalla rivista, Leonardo DiCaprio e Martin Scorsese hanno discusso di Killers of the Flower Moon insieme a Geoffrey Orso Seduto e a Chad Renfro, leader e ambasciatore nel mondo della comunità Osage. Un comunicato ufficiale da parte della produzione del film ha dichiarato: "Scorsese ha presentato i contenuti del film sottolineando le tematiche della fiducia e del tradimento relativamente alla vicenda di Mollie Kyle ed Ernest Burkhart".

Ad aver partecipato all'incontro sono stati anche la co-produttrice Marianne Bower e l'assistente alla regia Adam Somner. Ancora secondo quanto riportato da Osage News: "Tutti i partecipanti hanno firmato un accordo di non divulgazione su quanto detto nel loro incontro. Scorsese ha anche parlato delle sue intenzioni sulla modalità di rappresentazione della cultura Osage. Al momento, la crew sta lavorando proprio sulla creazione del film e sul tono a cui dare vita. Alcuni membri della comunità hanno anche avuto modo di condividere le loro idee e i loro pensieri con il cast e il regista. In modo particolare è stato DiCaprio a fare domande per poter costruire al meglio il suo personaggio".

Killers of the Flower Moon sarà ambientato durante gli anni Venti e racconterà le indagini dell'FBI appena nata sulle morti di numerosi membri della comunità Osage, che venne presa di mira da diversi uomini d'industria dopo la scoperta del petrolio nelle loro terre. Le riprese del film si svolgeranno da maggio in poi anche se, inizialmente, erano state fissate per marzo 2020.