Le indagini di Lolita Lobosco 2 si farà: confermata la nuova stagione della serie tv con Luisa Ranieri

Le indagini di Lolita Lobosco 2 si farà, in base alle notizie che arrivano dalla Apulia Film Commission: il vicequestore sui tacchi a spillo di Luisa Ranieri tornerà dunque per una nuova stagione.

NOTIZIA di 25/03/2021

Le indagini di Lolita Lobosco 2 arriverà presto (almeno si spera) sugli schermi RAI: la nuova stagione della fiction con Luisa Ranieri si farà, almeno a giudicare dai nuovi finanziamenti approvati dalla Apulia Film Commission, come ha confermato il quotidiano La Repubblica.

Tratti come già i precedenti dai libri di Gabriella Genisi, i nuovi episodi di Lolita Lobosco sono rientrati nei circa 5 milioni di euro di finanziamenti per la Film Commission regionale, insieme naturalmente ad altri progetti prossimamente sullo schermo, tra cui, pare, anche Il medico della mala, la fiction diretta da Cinzia TH Torrini, con Bianca Guaccero e Marco Bocci.

Non che ci fossero troppi dubbi sul fatto che la RAI e tutte le parti coinvolte nella produzione de Le indagini di Lolita Lobosco avrebbero fatto di tutto per tornare con una seconda stagione (anche perchè il materiale letterario da adattare è ancora tanto).
Il pubblico, durante le 4 settimane di messa in onda, ha dimostrato di aver subito tutto il fascino di questo vicequestore in tacchi a spillo, premiando la fiction con ascolti che sono sempre rimasti abbondantemente sopra i 6 milioni, e che hanno superato il 30% di share in occasione dell'esordio. Insomma, se all'arrivo di Imma Tataranni su Rai1 si era parlato di erede al femminile di Salvo Montalbano, Lolita Lobosco sembra destinata (almeno dal punto di vista degli ascolti) a contendere il primato a entrambi.

Nonostante le critiche che pure non sono state risparmiate al suo esordio, soprattutto da parte di quei baresi che, capaci evidentemente di pronunciare la prima vocale dell'alfabeto senza doverla sostituire con la seconda, si sono detti un po' stanchi di vedersi sempre ridotti ad allievi di Lino Banfi e mangiatori di cozze. Ma Lolita Lobosco, a quanto pare, avrà ancora molto tempo per mostrare aspetti di Bari e della Puglia meno stereotipati.