Khaby Lame e Will Smith, un progetto in arrivo: "In autunno andrò negli USA"

Selvaggia Lucarelli ha intervistato Khaby Lame: tutto sui suoi sogni, dal lavoro con Will Smith al desiderio di lavorare con Checco Zalone

NOTIZIA di 01/06/2021

Khaby Lame ha 21 anni, è nato in Senegal e cresciuto a Chivasso ed è la nuova star di TikTok che si prepara a lavorare con Will Smith. Il suo profilo vanta 64 milioni di follower e ha superato i seguaci di Mark Zuckerberg e dello stesso TikTok. Selvaggia Lucarelli lo ha intervistato per TPI e ha parlato con lui del suo passato, dei sogni che coltiva, del progetto con la star de La ricerca della felicità e, soprattutto, del desiderio di lavorare con Checco Zalone.

Will Smith è Willy, il principe di Bel Air
Will Smith è Willy, il principe di Bel Air

Khaby Lame, fenomeno TikTok del momento, è sempre stato appassionato di comicità, fin da bambino. Il ragazzo ha raccontato: "Da bambino sognavo di fare il comico. Guardavo Il principe di Bel-Air con Will Smith, i film con Checco Zalone ed Eddie Murphy e facevo già il pagliaccio con gli amici. Mi piace far ridere le persone". Ovviamente, l'estremo successo raggiunto su TikTok è valso a Khaby Lame una serie di proposte a cui è stato impossibile dir di no.

Khaby Lame Tiktok
Khaby Lame nei suoi video su TikTok

Il tiktoker ha raccontato: "Mi hanno proposto di fare l'allenatore dell'Uganda in un film, poi mi ha cercato Netflix, mi hanno invitato in America. Mi hanno scritto tante persone famose. Devo raggiungere Marcelo, il giocatore del Real Madrid, che vuole fare un video. Tra le cose che mi hanno proposto, però, tengo particolarmente a un lavoro in compagnia di Will Smith!".

Infine, Khaby Lame ha espresso la sua stima nei confronti di Checco Zalone e Favij: "In futuro vorrei fare un film con Checco Zalone. Tolo tolo era bellissimo, lui è diverso dagli altri comici, fa cose più mature. Favij lo seguivo, mi piaceva vederlo quando giocava coi suoi cappelli strani, tutti lo seguivamo alla mia età".

Il prossimo obiettivo del tiktoker è quello di imparare l'inglese in modo tale da poter rilasciare interviste anche alle testate internazionali come Washington Post, Daily Mail e New York Times. Da non sottovalutare, infine, la monetizzazione attraverso i brand. Alessandro, il manager di Khabi Lame, ha dichiarato: "La monetizzazione per Khaby arriva dai contenuti di TikTok, dove lui guadagna sull'engagement. Molti pensano che si monetizzi soprattutto dalle views, invece si monetizza di più se il video prende tot like, commenti condivisioni eccetera... Il guadagno viene dall'engagement generalizzato. Lo sharing, i commenti e i like contano più delle visualizzazioni. Inoltre il conteggio è basato sulle 24 ore, non sul cumulo dei numeri degli altri giorni. Guadagni sui 20 milioni di views in 24 ore, non sui 200 in due mesi. I brand ci contattano. Ma, ora, se parla di marchi lo fa ancora per piacere, perché gli piacciono le cose che gli regalano. C'è poi Sky che gli vuole fare un contratto con Del Piero per Europei, Hal-Thani l'emiro del Paris Sant-Germain lo vuole testimonial per i Mondiali in Qatar in quanto Khaby è il musulmano più famoso del mondo. Ha numeri superiori a Ronaldo, è il numero uno al mondo per crescita organica".

Insomma, il futuro sembra essere dalla parte di Khabi Lame!