Jonathan Glazer: il suo nuovo film sarà ambientato durante la seconda Guerra Mondiale

Il regista di Under the Skin ha svelato i primi dettagli del lungometraggio che dovrebbe debuttare sugli schermi nel 2020.

Una foto di Jonathan Glazer

Jonathan Glazer, dopo Under the Skin, ha svelato i dettagli del suo nuovo progetto.
Il regista ha spiegato che il suo prossimo film sarà ambientato durante la seconda Guerra Mondiale, all'interno del campo di concentramento di Auschwitz, e avrà un approccio molto diverso rispetto ad altri progetti simili.

Glazer ha spiegato: "Mi ricordo di essere rimasto davvero affascinato dai volti di chi è rimasto a osservare, non ha fatto nulla, i complici. I normali cittadini tedeschi. Ho iniziato a chiedermi come sarebbe possibile rimanere a guardare ciò che stava accadendo. Alcuni hanno persino apprezzato la situazione, lo spettacolo".

Il campo di concentramento, inoltre, sarà considerato come un personaggio: "Molte delle storie che ho visto potrebbero essere ambientate ovunque. Non appena si definisce una trama si relega in un certo senso Auschwitz a un luogo e diventa un contesto. Non volevo fare lo stesso, pensavo fosse sbagliato".

Il regista ha trascorso molto tempo a compiere le ricerche necessarie a girare il film e ha intenzione di girarlo nell'estate 2019 in vista di una distribuzione nelle sale nel 2020.

Jonathan Glazer: il suo nuovo film sarà...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Taika Waititi inizia le riprese di Jojo Rabbit, il suo film contro la guerra
A Dry Run: dal creatore di The Wire, ecco la nuova serie sulla Guerra Civile Spagnola!