Johnny Depp potrà consultare i tabulati telefonici di Amber Heard per dimostrare la sua innocenza

Johnny Depp ha ottenuto un'ispezione forense dal tribunale della Virginia e potrà controllare i tabulati telefonici di Amber Heard per dimostrare di non averla mai picchiata.

NOTIZIA di 05/11/2021

Johnny Depp ha ottenuto l'accesso ai tabulati telefonici della sua ex moglie, Amber Heard, grazie ad una decisione del tribunale della Virginia: l'attore potrà utilizzare i registri per dimostrare che la sua ex moglie ha falsificato le ferite che, secondo la sua versione dei fatti, le sarebbero state inflitte dalla star di Pirati dei Caraibi.

Johnny Depp Roma Festa 2021 1
Johnny Depp in una foto della Festa del Cinema di Roma 2021

I legali di Depp hanno dichiarato: "L'avvocato della signora Heard ha ripetutamente usato queste false fotografie durante la deposizione sebbene la polizia di Los Angeles non abbia mai ritenuto che le immagini in questione fossero autentiche."

Il tribunale della Virginia ha deciso che il team legale dell'attore potrà far esaminare il cellulare della Heard da un esperto per verificare se le foto sono autentiche oppure se sono state effettivamente modificate. L'avvocato della star di Aquaman ha risposto: "Amber Heard rimane disposta e in grado di supportare l'autenticità delle sue prove e il suo esperto di informatica forense ha collaborato a questo sforzo. In netto contrasto, il signor Depp non è stato in grado di produrre nemmeno i nastri audio da cui ha fatto trapelare una parte fuori contesto parziale, tanto meno alcun supporto per l'autenticità di una qualsiasi delle sue prove".

Img 8495 Copia
Berlino 2020: Johnny Depp al photocall di Minamata

Johnny Depp ha sempre sostenuto di non aver picchiato l'ex moglie: al contrario, l'attore sostiene di essere la parte lesa e, proprio per questo motivo, lo scorso anno ha fatto causa alla Heard causa per diffamazione. Sarà l'analisi dei tabulati telefonici a chiarire una volte per tutte l'origine e la veridicità delle foto dell'attrice statunitense.