Johnny Depp vs Amber Heard: gli agenti di polizia confermano di non aver trovato prove di violenza domestica

Gli agenti di polizia hanno confermato la versione di Johnny Depp, dichiarando di non aver trovato prove di violenza domestica sul corpo o sul volto di Amber Heard.

NOTIZIA di 29/04/2022

Gli agenti di polizia hanno testimoniato al processo per diffamazione di Johnny Depp contro l'ex moglie Amber Heard, confermando di non aver trovato prove di violenza domestica dopo aver ricevuto una telefonata da parte dell'interprete di Mera in Aquaman.

Il processo tra il signor Depp e la signora Heard è iniziato lunedì 11 aprile a Fairfax, in Virginia, a seguito della causa che l'attore di Pirati dei Caraibi ha intentato contro la sua ex moglie nel marzo 2019. Johnny sostiene di essere stato diffamato in un editoriale del dicembre 2018 pubblicato sul Washington Post intitolato "Ho parlato contro la violenza sessuale e ho affrontato l'ira della nostra cultura. Questo deve cambiare".

Durante le deposizioni preregistrate che sono state visionate in tribunale nei giorni scorsi, gli agenti Melissa Saenz e Tyler Hadden della polizia di Los Angeles hanno dichiarato di non aver identificato alcuna prova che facesse pensare che fosse stato commesso un crimine all'interno dell'abitazione delle star.

L'agente Saenz ha detto che la faccia della signora Heard era arrossata, che la donna stava piangendo e che non aveva intenzione di collaborare con le forze dell'ordine. La veterana della polizia di Los Angeles ha testimoniato di non aver visto nessuna ferita sul corpo o sul volto dell'attrice.

"Abbiamo controllato la signora, il marito non c'era e la vittima ci ha avvisato che i due avevano soltanto litigato. E che non aveva intenzione di darci ulteriori informazioni. E poiché non era stato commesso alcun crimine le abbiamo lasciato un biglietto da visita e poco alcune indagini ce ne siamo andati". Ha concluso l'agente. Pochi giorni dopo Amber Heard ha presentato una richiesta per un ordine restrittivo contro Johnny Depp, sostenendo che l'attore le avrebbe lanciato un telefono in faccia ferendole il volto.