Grey's Anatomy: Ellen Pompeo non ha mai rivisto la scena di sesso tra Meredith e George

La protagonista di Grey's Anatomy, Ellen Pompeo, ha ammesso di non aver mai riguardato la scena di sesso che ha visto protagonisti Meredith e George nella seconda stagione della serie: 'Era un'idea terribile'.

NOTIZIA di 30/10/2020

Durante un panel di Variety dedicato a Grey's Anatomy, la protagonista Ellen Pompeo ha parlato con la showrunner Krista Vernoff della scena di sesso tra Meredith e George nella seconda stagione della serie tv, ammettendo di non averla mai riguardata. L'attrice ha raccontato di non essersi mai trovata d'accordo con Shonda Rhimes riguardo quel punto della sceneggiatura.

Nonostante finora siano state prodotte ben 17 stagioni di Grey's Anatomy, nel cuore dei numerosi fan dell'opera ideata da Shonda Rhimes rimangono soprattutto i primi episodi dello show. Nella seconda metà degli anni duemila sono andate in onda le stagioni che riunivano i personaggi più amati della serie tv, da Cristina Yang (Sandra Oh) a Derek Shepherd (Patrick Dempsey), passando per la storica protagonista Meredith Grey (Ellen Pompeo). A distanza di quindici anni dal debutto di Grey's Anatomy, proprio l'interprete di Meredith ha richiamato alla mente il periodo durante il quale era impegnata con le prime stagioni del medical drama, nello specifico la seconda, parlando della scena di sesso tra il suo personaggio e George O'Malley (T.R. Knight).

Ricordiamo che nella seconda stagione di Grey's Anatomy, George ha avuto il coraggio di dichiarare a Meredith i propri sentimenti, scegliendo però il momento sbagliato per farlo. La donna, infatti, in preda ad un vortice di emozioni contrastanti, provocate soprattutto dal rapporto turbolento con suo padre, finì a letto con il collega per vivere quello che sapeva già si sarebbe trattato soltanto di un rapporto di una notte.

Durante il panel di Variety Women of Grey's Anatomy, Ellen Pompeo e la showrunner Krista Vernoff hanno guardato indietro a com'era lavorare con la creatrice della serie Shonda Rhimes all'inizio dello spettacolo ed è in quel momento che è uscito fuori il discorso della scena di sesso tra i due medici. "Soprattutto nei primi giorni lei aveva queste idee e io dicevo, in qualità di attrice, 'È un'idea terribile, non mi piace, non voglio farlo'", ha raccontato Pompeo. "E poi andava comunque a finire nella sceneggiatura perché lei è Shonda, e poi devi farlo perché lei è Shonda, e poi questa scena diventa la cosa più importante dello spettacolo. Ha questo strano sesto senso per sapere cosa può funzionare e cosa no. Questo è un dono".

Vernoff ha quindi aggiunto che lei e Rhimes hanno litigato molto riguardo il fatto che George e Meredith avrebbero dovuto dormire insieme. "Dicevo cose tipo 'No! Tutti ci odieranno per questo", ha detto Vernoff, con Ellen Pompeo che è intervenuta di nuovo per dire: "Ho pianto davvero durante quella scena. Non l'ho mai riguardata". Ma alla fine anche Vernoff ha sottolineato il modo di ragionare di Shonda Rhimes: "Per lei il ragionamento era 'Non devono amarlo, devono solo guardarlo e parlarne. Non si tratta sempre di essere simpatici, si tratta di intrattenimento'".

Ricordiamo che la stagione 17 di Grey's Anatomy inizierà il 12 novembre. Anche i protagonisti della serie tv si ritroveranno a fare i conti con l'emergenza sanitaria esplosa nel mondo nella prima metà di quest'anno.