Gossip Girl, il cast originale è stato contattato per un eventuale coinvolgimento nel reboot

Nella nuova versione di Gossip Girl potrebbero tornare i membri del cast originale: i produttori li hanno contattati per parlare di una possibile apparizione.

NOTIZIA di 26/07/2019

Gossip Girl tornerà in tv con un reboot della serie cult destinata a HBO Max e il co-creatore dello show originale ha svelato i primi dettagli del progetto, permettendo così ai fan di scoprire che il cast originale potrebbe essere coinvolto negli episodi.

Al centro della trama ci sarà una nuova generazione di teenager che frequentano una scuola privata a New York. Gli eventi di questa nuova versione di Gossip Girl sono ambientati otto anni dopo la fine dello show originale e la scomparsa del famoso sito. Il progetto per il piccolo schermo scritto da Joshua Safran racconterà come i social media e la città di New York siano cambiati nel corso degli anni.

Josh Schwartz ha raccontato: "Io e Stephanie ne abbiamo parlato per alcuni anni e ovviamente abbiamo visto sempre più show venir rivisitati e alcune persone sui social media ce lo hanno chiesto. Abbiamo sentito che una versione con semplicemente il nostro cast cresciuto, a prescindere dalle difficoltà nel coinvolgere questi attori... non avrebbero potuto essere un gruppo di adulti controllati da gossip girl, non aveva senso. Pensavamo che ci fosse qualcosa di interessante nell'idea che siamo tutti 'gossip girl' a modo nostro, come questo concetto si sia evoluto, modificato e trasformato e raccontare quella storia attraverso una nuova generazione di ragazzi del liceo dell'upper east side fosse giusto".

I produttori hanno contattato i membri del cast originale: Blake Lively, Leighton Meester, Penn Badgley, Chace Crawford ed Ed Westwick: "Se vogliono essere coinvolti in qualche modo li abbiamo contattati e vorremmo che lo fossero, ma non volevamo che fosse essenziale. Sarebbe grandioso vederli di nuovo".
Schwartz ha poi aggiunto che Safran era entusiasta all'idea e li ha convinti a realizzare il progetto perché "voleva sovvertire il paradigma dell'originale".

Gossip Girl: i 10 anni della serie che amavamo odiare