Garfield e i telefoni a forma di gatto spiaggiati in Francia: risolto un mistero anni '80

Un telefono giocattolo a forma di Garfield infesta le spiagge di una località francese da ben 35 anni, ma il mistero è stato finalmente svelato!

NOTIZIA di 29/03/2019
Garfield
Garfield

Garfield è l'incubo degli ambientalisti francesi ed è tutta colpa di un telefono con le sembianze del simpatico gattone. Le coste della Francia, infatti, hanno custodito gelosamente un mistero per diversi decenni: centinaia di telefoni giocattolo a forma di Garfield che infestano ciclicamente le spiagge di Finistère, in Bretagna.

Accade da ben 35 anni, tanto che il gatto disegnato da Jim Davis è diventato un simbolo di lotta all'inquinamento per l'associazione ambientalista locale Ar Viltansou. Immaginate decine e decine di telefoni di plastica arancione che, a mesi alterni, giungono dal mare trasportati dalla corrente, a infestare le spiagge che si affacciano sull'Atlantico. Una scena piuttosto bizzarra! Che si ripete ormai dagli anni '80 e ha sfinito gli ambientalisti di zona. Complice l'attenzione che negli ultimi anni si è concentrata sul gravissimo problema della plastica che infesta i nostri mari, lo strano caso del telefono di Garfield è balzato all'attenzione di tutti, cosa che ha aiutato a trovare una risposta al rompicapo.

Garfield Telefono Spiaggia
Telefoni a forma di Garfield sulla spiaggia francese di Fnistère

Ecco la soluzione: la colpa è di una nave cargo che, 35 anni fa, disperse un container nelle acque vicino a Finistère. Spinto dalla corrente oceanica, il container finì in una grotta a cui è possibile accedere solo in periodi di bassa marea. A risolvere il mistero è stato un agricoltore di zona: molti anni fa, quando era solo un ragazzino, incuriosito da un telefono arancione trovato sulla spiaggia, aveva setacciato la zona, scoprendo con alcuni amici la cavità che custodiva l'insolito tesoro. "Bisogna conoscere l'area molto bene. Trovammo il container, era aperto. Molte delle cose che probabilmente conteneva non c'erano più ma trovammo parecchi telefoni" ha rivelato l'uomo, che dopo 35 anni è tornato in quell'anfratto insieme a una squadra di attivisti. Gli ambientalisti accorsi sul posto sono riusciti a scorgere ancora molti telefoni sepolti nel ventre della caverna. Permane, però, un problema: i resti del container si trovano in un punto piuttosto pericoloso e non raggiungibile con mezzi. Dunque, ammenochè qualcuno non intenda prenderli uno per uno a mano, e solo nei periodi di bassa marea, il mare dalle parti di Finistère continuerà a restituire telefoni giocattolo ancora per un po'. Fino all'ultimo Garfield.