Gabriele Salvatores: "Il cinema è come Dracula, ti succhia via la vita"

Le gioie e le responsabilità dell'Oscar nelle parole di Gabriele Salvatores, regista di tante opere innovative ospite dell'Ultrapop Festival 2021.

NOTIZIA di 23/03/2021

La conquista di un premio Oscar porta con sé una gioia immensa, ma anche tante responsabilità. Ne sa qualcosa Gabriele Salvatores, ospite speciale di Ultrapop Festival 2021 che ha parlato degli onori e degli oneri del cinema paragonando la settima arte a un vampiro che ti succhia la vita: "Alla fine di ogni film sei inevitabilmente più vecchio".

Gabriele Salvatores sul set di Quo Vadis, Baby?
Gabriele Salvatores sul set di Quo Vadis, Baby?

"Vincere l'Oscar è una fatica" ammette Gabriele Salvatores con un sorriso. "Delle volte il cinema è molto faticoso. Quando stai bene ti diverti, le cose funzionano bene, ma quando ti si presentano i problemi da risolvere non è una passeggiata. Per Educazione Siberiana mi sono trovato a girare a -30° in situazioni molto difficili con attori stranieri, persone che non avevano mai recitato prima. Non è stato facile. Il cinema ti ruba qualcosa a livello fisico, dopo ogni film invecchi un po' di più, non c'è niente da fare. E poi il cinema ruba tantissimo alla vita privata. Vivi sospeso tra la realtà e il mondo del film che ti accompagna per almeno un anno. Sei legato ai personaggi, alla storia, sospendi la quotidianità che all'improvviso non esiste più. Poi un giorno tutto finisce e quando torni fare la spesa sei spaesato perché hai vissuto in un mondo parallelo".

A suo modo, Gabriele Salvatores attua alcune tecniche per entrare in contatto con il modo che si trova a dover raccontare. "A volte mi vesto come i personaggi del film o ascolto solo un certo tipo di musica" confessa. "Entro in un mondo e questo da un certo punto di vista è bellissimo, ma poi devi tornare alla vita vera ed è difficile. Fare cinema è divertente, ma non è gratis".

Gabriele Salvatores: "Nirvana nato grazie al Nintendo e Kurt Cobain"

Salvatore ha le idee piuttosto chiare quando si tratta dei motivi per cui l'Italia, negli ultimi anni, non è riuscita l'obiettivo di centrare la cinquina dell'Oscar per il miglior film straniero:

"Pensate ai film italiani che hanno vinto l'Oscar. Nuovo cinema Paradiso, Mediterraneo, La vita è bella, La grande bellezza sono tutti film ambientati nel passato, mostrano le bellezze dell'Italia o comunque raccontano quello che gli americani si immaginano dell'Italia, Berlusconi, le feste, le belle donne. Quello che dobbiamo fare per tornare grandi è raccontare storie che superino i nostri confini pur mantenendo intatte le nostre radici e la nostra narrazione".

Per non perdere neppure una live di Ultrapop Festival 2021 seguite il canale Twitch e il canale YouTube di UltraPop su cui troverete le repliche.