Coronavirus: Octavia Spencer vuole usare il saluto di Wakanda al posto delle strette di mano

L'attrice Octavia Spencer alleggerisce il clima di paura e incertezza da coronavirus suggerendo di adottare Wakanda Forever come saluto ufficiale.

NOTIZIA di 12/03/2020

Mente Hollywood inizia a fare i conti con il coronavirus, Octavia Spencer alleggerisce la tensione proponendo un nuovo pratico metodo per salutarsi. Dato che dobbiamo tutti rinunciare alle strette di mano e agli abbracci, l'attrice suggerisce di prendere in prestito il celebre saluto identificativo di Black Panther, sostituendo ogni nocivo contatto fisico con un sempre elegante Wakanda Forever.

Black Panther: una foto dei protagonisti
Black Panther: una foto dei protagonisti

Mentre gli Stati Uniti iniziando le manovre di contenimento del contagio chiudendo negozi, fermando manifestazioni e bloccando i viaggi aerei dall'Europa, arrivano anche i primi casi di contagio tra le celebrità. Il primo è stato Tom Hanks, che insieme alla moglie Rita Wilson è risultato positivo al virus e ha mandato un messaggio al mondo invitando comunque a mantenere la calma.

Visualizza questo post su Instagram

My new handshake for the next few months!

Un post condiviso da Octavia Spencer (@octaviaspencer) in data:

Anche Sharon Stone ha pubblicato un video in cui manda il suo amore e il suo sostegno per la battaglia contro il coronavirus, ricordando quanto sia importante mantenere un atteggiamento propositivo e speranzoso. Nonostante il supporto in arrivo dal mondo del cinema, il futuro ha comunque bisogno della nostra massima cautela.

Ecco perché il consiglio scherzoso di Octavia Spencer non è poi così folle. Per evitare il più possibile il contagio dobbiamo dire momentaneamente addio ai contatti fisici non necessari, quindi perché non adottare lo stiloso gesto a braccia incrociate sul petto utilizzato in Black Panther? Un buon Wakanda Forever può agilmente sostituire una stretta di mano, ma se preferite potete usare un saluto vulcaniano o una strizzata d'occhi alla Clint Eastwood.