Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

Confessioni di una mente pericolosa, George Clooney: "Un critico mi accusò di non essere io il regista

George Clooney ricorda quando scrisse al critico che insinuò che a dirigere Confessioni di una mente pericolosa fosse stato, in realtà, Steven Soderbergh.

NOTIZIA di 19/11/2020

George Clooney ricorda l'esordio alla regia con Confessioni di una mente pericolosa e la lettera in risposta a un critico del Post che lo aveva accusato di non aver diretto lui il film, ma di essersi affidato all'amico Steven Soderbergh.

Sam Rockwell e Drew Barrymore in una scena di Confessioni di una mente pericolosa
Sam Rockwell e Drew Barrymore in una scena di Confessioni di una mente pericolosa

In vista dell'uscita su Netflix del suo nuovo lavoro da regista, The Midnight Sky, che lo vede anche interprete e produttore, George Clooney ripercorre il passato in un'intervista per GQ ripensando all'esordio dietro la macchina da presa, nel 2002, con lo spy movie biografico Confessioni di una mente pericolosa, scritto da Charlie Kaufman e interpretato da Sam Rockwell nel ruolo di Chuck Barris, popolare conduttore di quiz televisivi che si scoprì essere un assassino al soldo della CIA.

Il The Washington Post pubblicò una recensione positiva del film, ma l'autore del pezzo espresse la sua incredulità di fronte alla possibilità che Clooney fosse il regista, insinuando la regia fosse in realtà di Steven Soderbergh, amico e collaboratore di Clooney in Out of Sight e Ocean's Eleven.

George Clooney decise, così, di scrivere al critico del Post un messaggio inviperito: "Alla fine della lettera ho scritto 'Lettera scritta realmente da George Clooney.'" Il divo non cita il nome del critico del Post né la recensione è disponibile on line, ma da Rotten Tomatoes si può risalire alla sua identità, si dovrebbe dunque trattare di Desson Thomson, che definì il film un "cupo e godibile giro sulle montagne russe."

George Clooney: "Dopo Batman & Robin ho capito che ero responsabile dei film che sceglievo"

Nell'intervista a GQ, George Clooney snocciola i suoi "nemici" citando "TV Guide per l'abitudine di omettere Eriq La Salle, più importante membro di colore del cast di ER, dalle sue copertine, Russell Crowe, che lo ha chiamato venduto, e il critico del Washington Post che ha suggerito che a dirigere Confessioni di una mente pericolosa fosse stato Steven Soderbergh."

A partire dal 23 dicembre rivedremo George Clooney in veste di attore e regista in The Midnight Sky, epica avventura sci-fi interpretata da Felicity Jones, Kyle Chandler e David Oyelowo.