Chadwick Boseman, Sienna Miller: "Per aiutarmi ha rinunciato a parte del suo salario per City of Crime"

Sienna Miller ha rivelato come Chadwick Boseman l'ha aiutata durante la realizzazione del film City of Crime.

NOTIZIA di 28/09/2020

Chadwick Boseman aveva rinunciato a parte dei suoi compensi previsti per City of Crime per permettere a Sienna Miller di avere un compenso equo.
L'attrice ha rivelato il gesto compiuto dal suo amico e collega per permetterle di essere una co-produttrice e farle ottenere il ruolo della detective Frankie Burns.

La star, intervistata da Empire, ha dichiarato: "Chadwick Boseman era un fan del mio lavoro, ed era qualcosa di elettrizzante, perché era un entusiasmo reciproco".
Sienna Miller ha ricordato: "Mi ha contattata per chiedermi di recitare in City of Crime, ed era in un momento in cui non volevo realmente lavorare. Avevo lavorato senza interruzioni ed ero esausta, ma poi volevo lavorare con lui".

La star ha spiegato che aveva chiesto un salario e i produttori non volevano concederglielo e questo l'aveva un po' frenata, oltre il fatto che la figlia stava per iniziare la scuola: "Ho detto: 'Lo farò se riceverò il compenso giusto'. E Chadwick ha finito per donare parte del suo compenso per poter far raggiungere la cifra che avevo chiesto. Ha detto che era ciò che meritavo".

Sienna ha ricordato: "Si è trattata di una delle cose più sorprendenti a cui io abbia mai assistito. Questo tipo di cese non succedono. Ha detto 'Verrai pagata nel modo in ci meriti e per ciò che vali'. Immaginare un altro uomo che si comporti in modo così cortese e rispettoso è semplicemente impossibile. Dopo quanto accaduto ho raccontato ad altri attori quella storia e sono rimasti tutti davvero in silenzio, sono andati a casa e probabilmente si sono seduti a pensare".