Carrie Fisher: la sua urna funeraria è... una pillola di Prozac!

Durante i funerali privati dell'attrice, il fratello ha parlato della scelta della Fisher di far mettere le sue ceneri in un'urna dalle sembianze bizzarre.

Carrie Fisher aveva un grande senso dell'umorismo, secondo tutti gli attori e le persone a lei vicine, e a quanto pare è riuscita di nuovo a sorprendere tutti.

Il fratello dell'attrice, Todd Fisher, ha rivelato in un'intervista all'Hollywood Reporter che voleva che le sue ceneri fossero piazzate in una grande urna a forma di pasticca di Prozac:

"Era un'antica pillola di Prozac di porcellana degli anni '50, era un oggetto di valore."

Carrie Fisher è morta dopo un forte infarto lo scorso mese, all'età di 60 anni. Sua madre, l'iconica Debbie Reynolds, è morta il giorno seguente a 84 anni.

L'attrice ha raccontato delle sue difficoltà e delle sue battaglie con la droga e le patologie mentali durante la sua carriera, quindi, con il suo senso dell'umorismo bizzarro, sembra molto autoironico che, per la fine, la Principessa Leila abbia scelto una capsula di antidepressivo come urna. Lo scorso giovedì è stato tenuto un funerale privato per amici - tra i quali Meryl Streep - e famiglia a Beverly Hills, e nel prossimo futuro sarà organizzata una giornata commemorativa per le due attrici aperta al pubblico.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Carrie Fisher: la sua urna funeraria è... una...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Leia potrebbe diventare una Principessa Disney: al via la petizione
Bright Lights: l'emozionante trailer del documentario su Carrie Fisher e Debbie Reynolds