Bill Cosby: gli avvocati pronti a chiedere gli arresti domiciliari per evitare il contagio da Coronavirus

I legali di Bill Cosby sarebbero pronti a chiedere la conversione della pena in arresti domiciliari per evitare il contagio da Coronavirus.

NOTIZIA di 25/03/2020

Gli avvocati di Bill Cosby sembra stiano per chiedere la conversione della pena in arresti domiciliari a causa del rischio di contagio da Coronavirus che sta creando molte preoccupazioni a chi deve occuparsi della gestione delle carceri americane.

Andrew Wyatt, legale dell'ex star della televisione, ha dichiarato: "Non abbiamo ancora presentato una mozione, ma stiamo esplorando tutte le possibili azioni legali. Il signor Cosby non si è sottoposto a un test per il virus, ma sta bene".
Bill Cosby, secondo le sue dichiarazioni, è praticamente cieco e ha problemi di pressione, situazione medica che potrebbe sostenere la richiesta degli arresti domiciliari. Wyatt ha aggiunto: "Gli avvocati stanno concentrando la propria attenzione su quali stati stanno garantendo una scarcerazione anticipata ai condannati più anziani a causa del Coronavirus, che potrebbe essere la situazione del signor Cosby".

L'attore, nell'aprile 2018, è stato condannato a 10 anni di reclusione per aver violentato Andrea Constand. Wyatt ha ribadito: "Cosby ha sempre bisogno di essere accompagnato dai suoi compagni di reclusione che lo aiutano, essendo anziano e cieco. Questi carcerati potrebbero essere contagiati e diffondere facilmente la malattia a Mr Cosby quando lo portano in giro usando una sedia a rotelle. Tra i loro compiti, i prigionieri lo accompagnano in infermeria per i suoi appuntamenti con il dottore e puliscono la sua cella. Inoltre il signor Cosby è costantemente in contatto con gli agenti che potrebbero contrarre la malattia all'esterno e portarla in prigione, potenzialmente esponendolo al virus".